18.8 C
Bastia Umbra
3 Ottobre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

C’è Fontanella,il Bastia si disseta contro il Deruta

MAGRINICoppa serie D: 2-0 e pass in tasca

di PAOLO LUPATTELLI
BASTIA UMBRA —Al Comunale di Bastia Umbra la squadra di casa si impone con un secco 2-0 sul De-ruta e strappa il pass per i sedicesimi di Coppa. Di Fontanella e Baccarin le marcature. Buone risposte sono arrivate per Magrini dal tandem d’attacco Fontanella-Majella e dagli ultimi arrivati, i giovanissimi Torna e De Pasquale. Agli uomini di Mattoni resta invece il rimpianto di non aver potuto giocare la ripresa in parità numerica vista l’espulsione, forse eccessiva, di Scarabattoli allo scadere del primo tempo.
Non è bastata infatti a raddrizzare il match la buona prova di Berradi e Tomassini che tuttavia non sono riusciti ad apportare pericoli rilevanti alla porta di Mosca. Le due squadre si presentano all’incontro ancora a zero punti in campionato in virtù delle due sconfitte nelle prime due giornate.
Una vittoria in questa partita risolleverebbe senza dubbio il morale in vista dei prossimi impegni. TI forte vento ha accompagnato l’incontro dall’inizio alla fine costringendo le squadre a limitare i lanci funghi e a prediligere il gioco palla a terra. Il primo squillo arriva da Calcagni, abile ad intercettare un brutto passaggio di Cossu e a concludere dal limite sfiorando il palo alla sinistra di Mosca. Ma è solo un sussulto, perché tra il 21 ‘ e il 27′ Fontanella, prima fallisce un’ottima occasione non riuscendo a concludere da dentro l’area su servizio di Arcioni, ma poi trafigge Laloni grazie alla geniale imbeccata di Majella che mette il proprio compagno di reparto a tu per tu col portiere avversario.
Il Deruta accusa il colpo e così è De Santis ad impegnare severamente Laloni dopo una bella combinazione Majella-Fontanella. Al 45′ del primo tempo avviene l’episodio che cambia la partita: Majella salta due uomini sulla trequarti avversaria ma poi viene steso da dietro da Scarabattoli. L’arbitro non ha esitazioni e punisce il centrocampista biancoblu con l’espulsione, tra le proteste della panchina ospite. Al rientro dagli spogliatoi Mattoni non apporta variazioni nei dieci rimasti in campo ma dispone i suoi con la difesa a quattro in una sorta di 4-4-1 con Tom assini unico terminale offensivo. il tuttavia non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Mosca e, anzi, rischia più volte di subire il secondo gol. Al 7′ infatti De Santis raccoglie un pallone in
area e serve l’accorrente Fontanella che conclude da posizione ravvicinata esaltando i riflessi di Laloni, abile a deviare sulla traversa. Altre occasioni capitano a Majella e a Fabris ed è proprio il bomber bastiolo a mangiarsi la più ghiotta andando ad incocciare la traversa in acrobazia su torre di Arcioni a pochi passi dalla porta avversaria. A questo punto gli uomini di Magrini allentano la pressione e rischiano N beffa del pareggio aL 30′ grazie ad un colpo di tacco volante di Tomassini che trova però Mosca pronto a deviare in corner. Tre minuti dopo i biancorossi trovano il gol della tranquillità con il neo entrato Baccarin che raccoglie un cross raso terra di Torna e insacca da posizione ravvicinata.
Il Bastia ottiene cosi’ una vittoria che Pierotti e compagni sperano possa segnare una svolta anche in campionato, mentre è notte fonda per il Deruta di Mattoni che deve voltare pagina per ritrovare morale e serenità, anche dopo le dimissioni del ds Scarabattoli.
SPOGLIATOI MATTONI: «L’ESPULSIONE HA CONDIZIONATO LA GARAegt;egt;
Magrini: «Le nostre punte fanno la differenza»

BASTIA UMBRA— All’uscita dal campo i due allenatori sono di umore ben diverso. Lamberto Magrini è soddisfatto della prestazione dei suoi e della vittoria ma non evita di mettere in evidenza anche le pecche della propria squadra. «E’ stata una bella vittoria ma comunque rimane una partita poco indicativa. Ero curioso di vedere Maj el la insieme ad un altro attaccante e devo dire che le prestazione di entrambi mi ha soddisfatto. Senza dubbio è un giocatore che in questa categoria può essere importante. Certo, avremmo potuto chiuderla prima e questo non mi é piaciuto anche perché abbiamo rischiato in un paio d’occasioni di prendere il gol del pareggio. Ci è mancata un po’ di cattiveria sottoporta, è il nostro limite e ci lavoreremo già da domani».
Poi Magrini ci tiene a sottolineare la buona prestazione degli ultimi arrivati che si sono subito integrati nella rosa nonostante la giovane età. «Un elogio va fatto a De Pasquale e Torna, due giovani che hanno dimostrato di avere le doti per sapersi ritagliare spazio in questa squadra e che spero migliorino sempre di più con il passare del tempo».
A pochi metri di distanza è di tutt’altro umore Davio Mattoni che, da un lato riconosce il momento negativo della squadra, ma non sorvola sull’episodio dell’espulsione che ha senza dubbio cambiato la partita. «Il morale dei ragazzi è a terra, sarebbe stato importante vincere per ritrovare la fiducia ma purtroppo non è stato cosi, Ho cercato di dare spazio anche a chi ha giocato meno le prime due partite di campionato ma comunque non siamo riusciti ad esprimerci come avremmo voluto. E’ indubbio che l’espulsione ci ha complicato le cose, e anche se non voglio fare polemica a mio avviso è stata esagerata».
P. LUP.

BASTIA (4-3-1-2): Mosca 6,5; De Pasquale 8,5, Cossu 5,5,Pierotti 6,Stoppini 6,5; Arcioni 6,5 Toma 6 (35’st Bellavita sv), De Santis 6,5; Fabris 6,5 (21’st Baldinelli 6); Fontanella 7 (27′ Baccarin), Majella 6,5. A disp.: Mancioli, Maneo, Pelliccia,Marchetti, Mattia, Annibaldi.All. Magrini 6,5.
DERUTA(3-5-2) Laloni 6; Eramo 5,5, Pilleri 6, Fiorucci 5,5 (10’st Gesuele 5,5); Marioni 5,5, Scarabattoli 5,Calcagni 6, Antonelli 5,5 (29’st Ventanni sv), Tardetti 5,5 (10’st Tinca 6); Tomassini 6, Berradi 6,5.A disp.:Zenga,Bonaiuti, Gigli, Loiodice, Sacchetti, Lepri. All: Mattoni 6.
ARBITRO: Marchetti di Ostia 5,5
MARCATORI: 27’pt Fontanella, 33’st Baccarin
NOTE: spettatori 100 circa. Espulso al 45’pt Scarabattoli (D) per fallo da dietro. Ammoniti: Stoppini (B),Berradi, Mariani (D). Angoli 7-6 per il Deruta. Recupero: pt 1′, st 4′.

enbsp;

Lascia un commento