21.1 C
Bastia Umbra
19 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Bastia,un ceffone che fa male

acbastiaLa formazione di Magrini cede di misura ai solidi toscani della Colligiana.Vani assalti finali

Bastia 0 Colligiana 1
BASTIA: Mosca 5+, Annibaldi 6,5, Stoppini 6,5, Mattia 7, Cossu 5, Pierotti 7, Marchetti 5 (29’ st De Santis 6,5), Fabris 6+ (14’ st Toma 6), Fontanella 6+, Baccarini 6-, Palavisn6 (33’ st Pelliccia). (A disposizione: Mancioli, De Pasquale, Bellavita, Manea, Baldinelli, Arcioni). Allenatore Magrini 6-.
COLLIGIANA: Corno 6,5, Barbalaco 6, Cianciulli 6, Qehajai 6+, Risi 6,5, Corsi 6+, Valenti 6,5 (24’ st Mitra M. 6), Pietrobattista 6,5, Sciapi 7 (45’ st Fontanelli n.v.), Bandini 6 (32’ st Taflay n.v.) Mitra D. 6. Allenatore Molfese 6.
Arbitro: Graziella Pirriatore di Bologna 6,5.
Marcatore: Sciapi 41’ pt.
Note: ammoniti Corsi, Valenti, Bandini, Cianciulli della Colligiana, Toma e Fontanella del Bastia. Calci d’angolo 6 a 3 per il Bastia. 46’ pt, 50’ st. 350 gli spettatori.
Bastia Umbra -E’UN CANTIERE ancora aperto il Bastia di mister Magrini che all’esordio casalingo non è riuscita a pareggiare ed ha subìto la seconda sconfitta in due partite di campionato. A Pistoia hanno fatto male la quantità di reti, sei, ma ieri al Comunale una sola marcatura è bastata a fare la differenza e a stendere un gruppo di buoni giocatori che non riescono ancora ad essere una squadra. Nel primo tempo in cui si è decisa la gara sono stati i padroni di casa a dominare, ma non è stato sufficiente; e i bastioli sono tornati nello spogliatoio per l’intervallo in svantaggio. Nella ripresa, quando dovevano reagire hanno balbettato e, nonostante dopo un quarto d’ora Toma ha sostituito Fabris per sostenere la fascia destra laterale, poco si è fatto per creare una pressione concreta ai danni degli ospiti. La Colligiana ha sfruttato il vantaggio venuto da un malinteso tra portiere e giocatore del Bastia nel primo tempo, poi si è limitata a difendere il risultato rischiando di pareggiare nella fase di recupero. Il Bastia è partito subito in avanti, ma sono stati gli ospiti al 3’ a rendersi pericolosi con il bomber Sciapi che sfiora il bersaglio. Il primo vero affondo dei locali arriva al 13’: Stoppini dalla trequarti lancia in area Fontanella che spara sul portiere e sulla ribattuta corta Baccarin conclude fuori bersaglio. Al 33’ Bandini avrebbe l’occasione utile, ma la sua incertezza favorisce l’intervento del portiere Mosca che libera. Al 41’ il vantaggio della Colligiana: lancio centrale e il portiere Mosca esce dai pali mentre la sfera carambola sulla schiena di Pierotti e scivola in area dove Scipi, solo, non ha difficoltà a realizzare a porta vuota.
Rabbiosa la reazione del Bastia che al 45’ con Palavisini centra la traversa e un minuto dopo Cossu sfiora il bersaglio. Qui finisce la partita vera e comincia quella surreale, con il Bastia sfiduciato che crea pochissimo e la Colligiana sprecona: al 23’ in vantaggio di 3 a 2 non riesce a concludere lasciando che Mattia respinga fuori dell’area bastiola. Al 48’ De Santis indirizza sotto la traversa, ma il portiere Corno è pronto a deviare in extremis.
Massimo Stangoni

Le pagelle In troppi sono al di sotto della sufficienza.
Delude Cossu Non basta la prestazione di Pierotti

MOSCA 5+: tanta buona volontà, ma a 18 anni manca l’esperienza. Ieri l’uscita suicida è costata la partita.
ANNIBALDI 6,5: un ventenne che fa ben sperare. Puntuale in fase di copertura, è stato utilissimo anche in proiezioni avanzata.
STOPPINI 6,5: non una sorpresa come difensore affidabile, che sa garantire qualità anche nella fase di impostazione. Una pedina importante nel gioco di Magrini.
MATTIA 7: tra i migliori è arrivato per fare molto. Ieri in un centrocampo, spesso in difficoltà, ha dovuto fare bel oltre il suo lavoro. Una speranza.
COSSU 5: vorrebbe essere un regista in difesa e un ‘assist-men’ in avanti. Nel reparto difensivo spesso in ritardo e troppo lento.
Sufficiente nel supporto offensivo.
PIEROTTI 7: un pilastro di cui questo Bastia non può fare a meno. E’ un giocatore quadrato capace di aiutare i compagni.
MARCHETTI 5: tra i pochi bastioli rimasti, ieri non era la sua giornata, insicuro e nervoso. Sostituito al 29’ st da De Santis (6,5), che ha sfiorato in due occasioni la rete del pareggio.
FABRIS 6+: giovane promettente è stato sostituito per motivi tattici Toma (6): poca cosa.
FONTANELLA 6+: un gigante in questo attacco, anche se non è un bomber di razza. Ha fatto il possibile.
BACCARIN 6-: un giovane di 20 anni con grandi speranze, ma ancora poche certezze.
PALAVISINI 6+: avrebbe potuto avere il merito del pareggio, se la traversa non glielo avesse negato. Molto impegno.
Pelliccia (nv).

Le interviste
Lamberto Magrini «C’èmancato un attaccante come Majella»
Bastia-MUSI LUNGHI, poca voglia di parlare nelle file del Bastia, ma l’allenatore Lamberto Magrini non si sottrae al dovere di dare spiegazioni. «Non posso rimproverare nulla alla squadra — ha esordito il tecnico —. La rete degli ospiti è arrivata per un caso e in seguito ad un malinteso tra il nostro portiere e un difensore. Poi, la traversa ci ha negato il pareggio».
Sì nel primo tempo la partita è stata aperta, ma nella ripresa è mancata la reazione del Bastia.
«Dobbiamo considerare che abbiamo fatto almeno una decina di lanci in area dove gli spazi erano strettissimi e ci è mancato un uomo di riferimento — ha sottolineato mister Magrini — un bomber vero come Majella».
E’ evidente però che al Bastia manca un certo carattere, insomma si evidenzia una debolezza mentale, psicologica. «Non è questa la lettura giusta — risponde il tecnico —. Siamo all’inizio, quando ancora pesa il fattore atletico. Io ritengo che la squadra c’è e potrà migliorare, ci vuole pazienza e determinazione».
Sul fronte della Colligiana grande soddisfazione: «Nella ripresa siamo riusciti a mantenere il vantaggio — ha detto mister Molfese —, ma abbiamo sprecato troppo. Per questo ho rimproverato i miei ragazzi dai quali vorrei maggiore determinazione».
m.s.

Lascia un commento