19.8 C
Bastia Umbra
11 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Quaranta volte porchetta

Torna a Costano l’appuntamento dedicato alla tradizionale ricetta

BASTIA UMBRA – E’ iniziato mercoledì, e si concluderà domenica 1 settembre, uno degli eventi più famosi ed amati della Regione, quello, cioè, che vede Costano, frazione di Bastia Umbra, valorizzare al massimo la propria specialità, la porchetta, dedicandole, appunto, la Sagra della Porchetta, che quest’anno spegne quaranta candeline. E per festeggiare questa ricorrenza, il programma della manifestazione si arricchisce di una serie di novità e momenti collaterali, che sottolineano la qualità dell’evento; fra essi, “Ritroviamoci in piazza”, che accende i riflettori sull’atmosfera magica e suggestiva del castello trecentesco di Costano: li il pubblico avrà la possibilità di visitare il museo del porchettaio, la mostra fotografica documentaria “40 anni ed oltre”, che ripercorre la storia della sagra della porchetta, la quarta mostra del ricamo antico “tra passato e presente”, in un viaggio dal gusto tradizionale, ed ancora l’esposizione delle opere prodotte in occasione del concorso pittorico “2° trofeo artistico sagra della porchetta”. I momenti di interesse culturale, poi, sono sempre accompagnati da quelli più strettamente Indici, come quello della gara di briscola, che si svolgerà ogni giorno della manifestazione presso il centro sociale di Costano e che prevede, per i classificati, premi in denaro o in prodotti gastronomici. Ma, poiché una sagra senza un gustoso menù non è tale,di seguito il programma gastronomico della festa, che rende onore alla propria quarantesima edizione. Tra gli antipasti, bruschetta “aio e oio”, fantasia di bruschette, antipasto primavera e pansanella; per i primi piatti, rigatoni al sugo d’oca, penne alla norcina, polenta con funghi e polpa di salsicce, gnocchi di patate fatti in casa al sugo d’oca e, novità dell’anno, il Tortello Quaranta: ripieno di porchetta ed arricchito da olio muraiolo, parmigiano reggiano ed aneto. Per i secondi piatti, invece, bistecca di maiale alla brace, grigliata mista, trippa di maiale con torta, rollé di maiale in porchetta con contorno di verdura cotta porchetta in “Bellavista”, ed ancora la “recchia” e lo “zampetto” con lo “n’ tocco” del porchetto e tagliata di vitello alla griglia, profumata da rucola ed aceto balsamico. Non mancano poi vari tipi di torta al testo – come quella con prosciutto, salsicce, erba, porchetta – ed i dolci, che si potranno gustare presso I’ “angolo del ghiottone”. E, dopo la cena, ecco il programma delle serate musicali, Questa sera esibizione dell’orchestra “Simona Quaranta”; domani sera si ballerà con l’orchestra spettacolo “Rossella Ferrari”, mentre domenica la pista della sagra sarà riempita delle note dell’orchestra “Harem”. Al pubblico dei più giovani, invece, saranno dedicate una serie di serate “disco”, presso il pub: una rosa di dj e vocalist animeranno la pista per serate indimenticabili. La quarantesima edizione della “Sagra della porchetta” dunque, dà prova di avere tutti i presupposti per figurarsi come uno degli eventi più importanti della stagione, da una parte in quanto momento di incontro per grandi e piccoli sotto il segno del gusto di divertirsi e stare insieme, e dall’altra per l’interesse alla valorizzazione del territorio e delle sue specialità gastronomiche.

Lascia un commento