25.2 C
Bastia Umbra
14 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Cultura

Assisi: per il corso di Laurea sul Turismo a settembre sciopero della parola

Assisi, il Sindaco Claudio Ricci, unitamente all’amministrazione comunale, ha voluto ringraziare i tanti che, in questi giorni, hanno voluto sostenere il “no alla chiusura del corso di laurea sul turismo in Assisi” (il primo ad essere nato in Italia, con un alto numero di iscritti, in una Regione e in un Paese che devono puntare, per lo sviluppo, su cultura e turismo).
Dopo lo sciopero della fame e della sete, per dodici ore simboliche, ci auguriamo che l’Università di Perugia e, soprattutto, il Ministero Ricerca Istruzione e Università “rivedano in tempi rapidi la decisione” per non “privarsi di un patrimonio” (modello, didattico e professionale, italiano e internazionale) costruito in trenta anni per quanto attiene al Centro Studi sul Turismo di Assisi e con venti anni di storia del Corso di Laurea in Economia del Turismo.
Insieme agli studenti, al personale e ai docenti ricercatori del Centro Studi sul Turismo e del Corso di Laurea “continueremo l’impegno per evitare la chiusura” come fatto dal 2010 incatenandoci al Parlamento, al Ministero (Istruzione Ricerca e Università) e al Rettorato per protestare contro la decisione dell’Università di Perugia.
Andremo fuori dalla sede del TAR (Tribunale Amministrativo di Perugia), a settembre durante l’udienza, facendo, per un giorno, lo “sciopero della parola” (in silenzio per 24 ore), fiduciosi che venga concessa la “sospensiva” dal TAR per totale mancanza di “motivazioni” da parte dell’Università (si chiude un corso che funziona con 64 iscritti, e prospettive di arrivare a 100, tenendone aperti altri con 24), riaprendo le iscrizioni al “primo anno” del Corso di Laurea e “ridando la parola alla Giustizia”.

 

16/08/2013

Ufficio Stampa Comune di Assisi

Lascia un commento