9.1 C
Bastia Umbra
7 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

Sindaco di Assisi e l’Amministrazione Comunale, non intendono “replicare” a chi “attacca su tutto”

Sindaco, Assessori e Consiglieri, preferiscono “fare e impegnarsi per Assisi” ricordando che nel 2010 siamo riusciti a salvare il Corso di Laurea in Economia del Turismo (anche incatenandoci) e che, in questi giorni, stiamo ripetendo iniziative di sostegno e proteste (Foto). Così come ci stiamo impegnando per la tutela del punto nascita e dell’ospedale (con manifestazioni, proteste e proposte).

Così come abbiamo “molto lavorato” per la candidatura a Capitale Europea della Cultura 2019 (con Perugia e le altre città dell’Umbria) e per il tribunale al fine di mantenere, malgrado le decisioni del Governo, la sede del Giudice di Pace. La gente ha capito bene (anche alle ultime elezioni amministrative) chi fa e chi, invece, “critica solamente”.
Per quanto attiene al Consigliere che ha “restituito le deleghe a cultura, turismo e centro storico” il Sindaco Claudio Ricci, con nota scritta, ha precisato (allo stesso Consigliere) che “non si trattava di deleghe ma solo di attribuzioni per seguire, ai fini di studio e collaborazione con l’Amministrazione, alcuni progetti” (le deleghe sono, solo, attribuite ad Assessori) e che lo stesso Consigliere é stato coinvolto e ha seguito diverse attività, con presenze in riunioni interne e pubbliche, come si può riscontrare. Comunque il Consigliere ha preso una decisione (che, doverosamente, rispettiamo) peraltro coincidente con il suo voto di astensione al bilancio 2013 (approvato, comunque, a larga maggioranza: l’Amministrazione Comunale va avanti, nei programmi, con “efficacia ed efficienza” grazie ai Consiglieri che con grande responsabilità, e dedizione per la gente e il territorio, hanno votato il Bilancio 2013).

12/06/2013

UFFICIO STAMPA Comune di Assisi

Lascia un commento