12.1 C
Bastia Umbra
9 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Mattia: «Ho scelto Bastia per il progetto. Convinceremo i tifosi a suon di prestazioni»

acbastiadi ROBERTO MATTIA

BASTIA UMBRA — Nel tourbillon di offerte e contatti in vista della prossima stagione, il duttile centrocampista classe ’91 Flavio Mattia ha scelto la sua futura destinazione: nella mattinata di ieri è arrivata infatti la firma con ii Bastia di Lamberto Magrini, che da domani lo avrà a disposizione nel ritiro di Costano. Tante le squadre che l’hanno cercato (Deruta, Ponte-vecchio, Narnese, Spoleto, persino pare un contatto con il Foligno), ma la compagine del presidente Bartolucci e del dg Aglini lo ha davvero conquistato,«Sinceramente – spiega Mattia quello che m i ha convinto è la piazza e l’organizzazione della società, soprattutto dal punto di vista delle strutture. Qui c’è un progetto. Ho fatto due-tre incontri con Toro e c’era tutta la dirigenza aI completo. Mi hanno mostrato le palestre, i tre campi di allenamento e sinceramente in Serie D una simile struttura ce l’hanno in pochi. Bastia, da quanto visto giocandoci contro, ha una tifoseria e un ambiente molto caldo, dove c’è veramente gusto a giocare». Mattia nella scorsa stagione è stato un a del I e colonne portanti dello Sporting Terni (32 presenze e un gol): visto il buon rendimento attendeva una nuova chiamata dalla Lega Pro, che ha già assaggiato (15 apparizioni) nel 2011/12 con il Pergocrema in Prima Divisione? «Una chiamata dai professionisti me l’aspettavo – ammette il centrocampista -, ma vorrà dire che sarà il Bastia la mia Lega Pro». Si parlava della possibilità di un contatto con il Martina Franca del neo tecnico Riccardo Bocchini, ma Mattia alla fine ha deciso di spettare la parola data alla compagine di Bartolucci: «Mi hanno cercato con convinzione, a Bastia vado davvero volentieri». Nelle scorse settimane il Bastia era sembrato in bilico a causa della faccenda della fidejussione, ma le nubi sembrano superate… «Di quelle questioni legate alle difficoltà per l’iscrizione ho solo letto sui giornali, ma già la scelta caduta su un allenatore come Magrini rende l’idea dell’importanza del progetto che c’è a Bastia. Ho avuto modo di parlare una volta con il mister in sede e mi ha fatto davvero una buonissima impressione. Penso che ci siano tutti i presupposti per divertirsi.
La contestazione? Chiedo ai tifosi di mettere da parte queste cose: serve l ‘aiuto di tutti per centrare importanti obiettivi. Bisogna pensare solo al bene del Bastia: i nostri sostenitori sono davvero il dodicesimo uomo in campo. A loro faccio una promessa: darò il massimo per la causa del Bestia».

Lascia un commento