30.4 C
Bastia Umbra
18 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

Dal 1 settembre una nuova dirigenza per il Convitto di Assisi

La RSU e il Comitato dei genitori del Convitto Nazionale di Assisi hanno recentemente inviato – al direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria Domenico Petruzzo e alla responsabile per i Convitti Nazionali della Direzione Generale Ordinamenti Scolastici del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Virginia Renda – una lettera con la quale affrontano la questione della scelta del nuovo rettore che, a partire dal 1 settembre prossimo, dovrà guidare il Convitto.

Questa lettera fa seguito a precedenti comunicazioni, con le quali la RSU e il Comitato dei genitori avevano già sottoposto agli stessi interlocutori la richiesta di scegliere per il Convitto Nazionale di Assisi una dirigenza caratterizzata da stabilità nel tempo e da una forte motivazione al rilancio del Convitto e delle scuole annesse.

Non essendo ancora a oggi stato designato il nuovo rettore, la RSU e il Comitato dei genitori hanno deciso di inviare un’ulteriore lettera per perorare nuovamente la causa del Convitto Nazionale di Assisi. L’individuazione di una nuova figura alla guida del Convitto, d’altronde, non può essere a lungo procrastinata, poiché il Convitto è sede di titolarità di dirigenza scolastica, data la sua popolazione convittuale, e non può essere dato a reggenza.

Essendo venuti a conoscenza, consultando il sito dell’USR Umbria, che la dirigente scolastica Francesca Alunni ha richiesto la sede del Convitto (Sedi richieste dai dirigenti scolastici per mutamento incarico, http://istruzione.umbria.it/id.asp?id=2686), la RSU e il Comitato dei genitori hanno chiesto di valutare favorevolmente l’assegnazione della sede alla suddetta dirigente, dal momento che:

–    ha dimostrato interesse inequivocabile per il Convitto Nazionale di Assisi, avendolo messo come prima sede prescelta;
–    ha dichiarato la sua disponibilità a rimanere in tale sede per due mandati triennali e ciò rappresenta una garanzia di quella stabilità nel tempo imprescindibile per il Convitto Nazionale di Assisi;
–    conosce il Convitto, in quanto vi ha prima studiato e, recentemente, insegnato;
–    è di Assisi e quindi vive nel territorio e nell’ambiente sociale in cui si colloca il Convitto.

Consapevoli e rispettosi delle competenze e dei ruoli di ognuno, ma al tempo stesso convinti che le decisioni migliori siano quelle maggiormente condivise, la RSU e il Comitato dei genitori hanno ritenuto utile mettere a conoscenza Domenico Petruzzo e Virginia Renda delle loro riflessioni, che li portano a reputare Francesca Alunni la scelta giusta per un vero rilancio del Convitto Nazionale “Principe di Napoli” con le sue scuole annesse. Convitto che rappresenta per Assisi, ma anche per Perugia, per l’Umbria e per l’Italia intera, un bene di grande valore storico e sociale. Il suo rilancio rappresenta, per la RSU e per il Comitato dei genitori degli studenti delle scuole annesse – ma certamente anche per tutti coloro ai quali sta a cuore la scuola italiana – un obiettivo irrinunciabile e inderogabile.

26/07/2013

La RSU e il Comitato dei genitori del Convitto Nazionale di Assisi

Lascia un commento