13.8 C
Bastia Umbra
6 Ottobre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

Sul Piano Regolato di Assisi Freddii: “insinuazoni per assicurarsi un po’ di visibilità”

Rino Freddii
Capogruppo Il Popolo della Libertà
Consiglio Comunale Assisi

È inaccettabile, nella maniera più assoluta, che alcuni personaggi estranei alla nostra realtà, non avendo altri argomenti per essere coinvolti nel dibattito politico, prendendo a pretesto il nuovo piano regolatore utilizzino il nome di Assisi e del suo Sindaco per assicurarsi un po’ di visibilità.
Descrivere con arroganza (come apparso sui quotidiani) un atto approvato dal Consiglio Comunale insinuando chissà quali malefatte si siano perpetrate nei confronti dei cittadini è chiaramente il vano, offensivo e lesivo tentativo dell’Idv di innescare una polemica ed una contrapposizione frontale che noi responsabilmente respingiamo, auspicando che così come è avvenuto nell’ultima consultazione nazionale anche localmente in futuro non ci siano più partiti giustizialisti.
Il piano regolatore parte strutturale, ora all’esame della Provincia, è stato approvato nella precedente consigliatura senza nessun voto contrario a dimostrazione che si è lavorato con serietà e trasparenza e con quel giusto spirito di collaborazione che richiede un atto così importante per l’intero territorio.
Credo si sia fatto un ottimo lavoro poiché il nuovo piano recepisce tutte le normative vigenti sia regionali che provinciali, pone una particolare attenzione alla salvaguardia dei coni visuali e dei crinali, include le norme di gestione del sito UNESCO oltre che le linee guida per la qualità del paesaggio.
Per quanto concerne la cubatura, derivante dalle osservazioni presentate dai cittadini, sono certo che l’Amministrazione e l’Ufficio Tecnico Provinciale sapranno valutare con la necessaria attenzione la richiesta fatta e concederanno quanto tecnicamente dovuto nel rispetto delle norme vigenti.
Mi auguro che la risposta giunga in tempi brevi poiché in questi momenti in cui molte famiglie non arrivano alla fine del mese e non passa giorno che qualche azienda non chiuda, non sono più tollerabili le lungaggini burocratiche e tantomeno i ritardi dovuti alla sterile dialettica politica ed è quindi un dovere per noi amministratori dare risposte certe e tempestive come ha giustamente sottolineato il consigliere provinciale Morani.
Concludo aggiungendo che non mi convince affatto, anzi lo ritengo falso e strumentale, tutto questo amore dell’ultima ora per Assisi in quanto non l’ho riscontrato nelle questioni ancora aperte come la sorte dell’ospedale, la prospettata chiusura del corso di laurea in economia sul turismo, la sospensione dei lavori relativi alla frana Ivancich e su quant’altro siamo chiamati giornalmente a confrontarci con le altre istituzioni.

22/014/2013

Rino Freddii
Capogruppo Il Popolo della Libertà
Consiglio Comunale Assisi

Lascia un commento