13.2 C
Bastia Umbra
6 Ottobre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

L’Arezzo si lancia sull’attaccante bastiolo Invernizzi

invernizzi1Il mercato dei dilettanti Tra i tecnici deve ancora scegliere il neopromosso Castel Rigone. A San Venanzo resta Cagiola?

Perugia-IL PRIMO GIRO di giostra, nel mercato estivo versione 2013, spetta di diritto agli allenatori. Il valzer delle panchine delle panchine è già iniziato: Ezio Brevi ha deciso di lasciare Spoleto e si vocifera che l’ormai ex tecnico della Voluntas sia tra i candidati per la guida del Castel Rigone. Il patron Brunello Cucinelli, in vista del salto tra i «pro», ha deciso di affidarsi a un allenatore «a tempo pieno» dopo la parentesi-Quarta, che tornerà a occupare un ruolo dirigenziale. Allo stesso Castel Rigone è stato accostato anche il più esperto Lamberto Magrini; ci sono stati dei contatti anche con l’ex Grifone Fabrizio Ravanelli, che potrebbe entrare nei quadri tecnici rigonesi con un ruolo ancora tutto da definire.
A Casacastalda verrà ufficializzata nei prossimi giorni la fusione con il Gualdo: la nuova società ripartirà comunque da due pilastri gialloverdi, ovvero Gianni Francioni in panchina e Danilo Moroni come direttore sportivo.
DETTO che la Narnese neopromossa ha confermato Otello Trippini, restando tra le umbre di Serie D, rimane fluida la situazione in casa della Pontevecchio: l’accordo con Emiliano Spazzoni, in linea di massima, ha valore per questa stagione e anche per la prossima. Al 99% resterà anche Davio Mattoni a Deruta, ma nella città della maiolica sono attesi nuovi ingressi nella pattuglia dirigenziale, che portino nuova linfa in società e diano una mano al presidente Ciotti.
Stesso discorso a Bastia, dove si punta innanzitutto a rinforzare la società, prima ancora della squadra. Da registrare, intanto, c’è il forte interesse dell’Arezzo per il puntero bastiolo Alexis Invernizzi (nella foto), indicato da Nofri come innesto assai gradito per l’attacco.
INIZIA A MUOVERSI anche la San Marco Juventina neopromossa in Eccellenza, che per puntellare il reparto arretrato pensa a Giacomo Mogini del San Sisto, anche in virtù della squalifica del capitano Miccioni nell’ambito della vicenda Mambrini-Scarselli. Altro nome caldo è quello dell’attaccante Simone Mortaro, che ha abbandonato il Nocera a stagione in corso e dovrebbe raggiungere il fratello Peter a San Venanzo, dove potrebbe anche restare Fabio Cagiola a prescindere dalla categoria.
Luca Vagnetti

Lascia un commento