20.7 C
Bastia Umbra
27 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Economia

Il PRG di Assisi un “modello di riferimento” per la protezione del “paesaggio storico urbano”

Claudio Ricci Sindaco di Assisi

Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci e l’Assessore all’Urbanistica Moreno Fortini, pur nel rigoroso rispetto di “tutte le opinioni”, ritiene “non condivisibili” le osservazioni “critiche” espresse, da un Consigliere Regionale sul Piano Regolatore Generale di Assisi (ricordando che, sui Piani Regolatori, vengono acquisiti “in Regione” solo “pareri tecnici” e non di scelta o importazione che sono di “esclusiva competenza” del Comune di Assisi).
Con questa premessa é necessario ricordare che, a oggi, come sarà suffragato dalla conferenza istituzionale di lunedì 29 Aprile 2013 i parametri, planimetrici e volumetrici, sono in perfetta assonanza con le norme e i limiti “della tutela del territorio”.
Il Piano Regolatore di Assisi, pur assicurando flessibilità e riduzione dei tempi di rilascio delle autorizzazioni, é importato con la “visione strategica” della “riqualificazione urbana” e include, per la prima volta in Italia, anche le “linee guida di restauro del paesaggio”, il piano di gestione del Sito UNESCO e “coni di protezione” in aggiunta alle normative vigenti.
Per questo é stato considerato, a livello internazionale, un “modello di riferimento” per la protezione del “paesaggio storico urbano” anche durante una recente presentazione a Parigi (svolta dal Sindaco Claudio Ricci come Presidente dei Siti Italiani “Patrimonio Mondiale” UNESCO e alla presenza del Prof. Francesco Bandarin delegato internazionale UNESCO per gli affari culturali).
Auspichiamo, citano il Sindaco di Assisi Claudio Ricci e l’Assessore all’Urbanistica Moreno Fortini, che prima dei giudizi, comunque tutti rispettabili, vi sia “maggiore prudenza e approfondimento” su un lavoro di altra qualità che ha coinvolto professionisti di rilevo internazionale e che si é sviluppato con “quattro fasi partecipative” con oltre 2.000 persone coinvolte fra cittadini, tecnici e associazioni.

 

29/04/2013

Uffico Stampa Comune di Assisi

Lascia un commento