15.5 C
Bastia Umbra
24 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Attualità

Convegno nazionale sulla Custodia del Creato organizzato dalla CEI ad Assisi

Si è tenuto ad Assisi, nei giorni 1 e 2 marzo, il convegno annuale sulla custodia del creato della Conferenza Episcopale Italiana. Organizzato dall’Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro, diretto da Mons. Angelo Casile, con la collaborazione del Servizio Nazionale per il progetto culturale  e dell’Ufficio Nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, ha riguardato “La fede nel Creatore per abitare la terra”.

Il convegno ha avuto l’obiettivo di interrogarsi su come la fede nel Creatore sia capace di illuminare il rapporto con la natura, che spesso si presenta in forme contraddittorie e calamitose, come quelle che hanno segnato il recente passato. Inoltre ha cercato di orientare i partecipanti nel tracciare nuovi modi di pensiero e di azione per abitare responsabilmente la terra, attenti alla delicata relazionalità dell’ambiente e alle prospettive ecumeniche e interreligiose della custodia del creato.
Nella prima giornata dei lavori, aperti da Mons. Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi, Nocera Umbra e Gualdo Tadino, sono state presentate le relazioni a cura dell’Associazione Teologica Italiana (ATI) e dell’Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Morale (ATISM) sapientemente curate dai  relatori Prof. Don Massimo Nardello e Prof. Fr. Paolo Benanti, coordinati dal Prof. Simone Morandini.
La seconda giornata di lavori è stata caratterizzata da un momento ecumenico, con la partecipazione alla riflessione della  Pastora valdese Letizia Tomassone, del Vicario Generale della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta, Archimandrita Evangelos Yfantidis, del Rabbino capo di Ancona e Presidente del Tribunale Rabbinico del Centro-Nord Italia, Prof. Rav Giuseppe Laras e della teologa islamica Prof.ssa Shahrzad Houshmand. Moderati da Mons. Gino Battaglia, Direttore dell’Ufficio Nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, i partecipanti hanno approfondito il tema del convegno dalle diverse angolature delle proprie culture e sensibilità.
Il convegno è stato anche occasione per la presentazione del testo “Custodire il creato. Teologia, etica e pastorale”, a cura del Prof. Simone Morandini della Fondazione Lanza. Le conclusioni
Sono state affidate all’Ing. Stefania Proietti, dell’Ufficio di Pastorale sociale della Diocesi di Assisi Nocera Umbra Gualdo Tadino, e al Dott. Ernesto Diaco, Vice Responsabile del Servizio Nazionale per il progetto culturale.
Intensi i momenti di preghiera nei luoghi francescani: nella Basilica Papale di San Francesco dove P. Egidio Canil e la Cappella Musicale di P. Giuseppe Magrino hanno animato la veglia sulla Cripta di San Francesco, e nella Cripta della Basilica papale di S. M. degli Angeli dove Mons. Sorrentino ha presieduto la Celebrazione Eucaristica animata dalla Corale Porziuncola di P. Antonio Giannoni.
“La nostra Diocesi è grata alla CEI per aver scelto Assisi come location di questo importante evento” ha affermato Mons. Sorrentino “La nostra città ha dato i natali e ha visto le gesta di San Francesco, che, con la sua vita, ci indica la strada dell’armonia tra l’uomo e il creato, e tra gli uomini di diverse culture e religioni, un’armonia possibile anche oggi attraverso l’amore di Dio”.

Lascia un commento