4.1 C
Bastia Umbra
1 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Pontevecchio, impresa alla… Bolt Un fragile Todi esalta lo Sporting

Serie D Chi sale, chi scende

PROMOSSE
Pontevecchio: Prova la stessa sensazione di chi ha mandato al tappeto Tyson, ha staccato Merckx in montagna o ha corso più veloce di Bolt. Batte un Sansepolcro che pareva imbattibile.
Casacastalda: Il gol di De Luca è così bello da stropicciarsi gli occhi, quello di Goretti più «arruffato» ma comunque decisivo. Tutto serve per portare a casa da Campi Bisenzio il pane quotidiano.
Sporting Terni: Passeggiata salutare in quel di Todi, non si fa intenerire e mette a nudo le tante magagne del team tuderte. 3-0 facile facile, senza patemi d’animo. La squadra di Schenardi sprizza salute da tutti i pori.
Castel Rigone: Va sotto con il Deruta e se la vede brutta per un tempo, nella ripresa la musica cambia. Bocchini negli spogliatoi suona la carica, i cavalleggeri rigonesi ripartono al galoppo e travolgono l’avversario.
Voluntas Spoleto: Due vittorie consecutive e diverse posizioni scalate in classifica. Ora deve decidere il suo destino: può spiccare definitivamente il volo o tornare nell’anonimato.
RIMANDATE
Pierantonio: La partita di Scandicci è falsata dall’espulsione del portiere Di Leo dopo pochi minuti di gara. Una disattenzione difensiva che pregiudica l’intera trasferta toscana.
BOCCIATE
Todi: C’è poco o niente da salvare nella debacle interna subita ad opera dello Sporting Terni. L’impressione è quella di una barca in balia della corrente, sballottata qua e là dalle acque in tempesta con il rischio di colare a picco.
Deruta: Siamo alle solite, lontano dal «Comunale» si scioglie come neve al sole. Tra ‘altro le espulsioni rimediate da Fedeli e Pilleri a Castel Rigone sono una pesante zavorra in prospettiva futura.
Bastia: Quella biancorossa è una bilancia che fatica a stare in equilibrio. Se si scopre troppo alla ricerca del gol, concede tanto in difesa; se protegge il reparto arretrato, allora fatica a essere pericoloso. La questione è delicata.
Trestina: Dopo la doppietta di Mancini si sentiva forse in una botte di ferro, il Flaminia Civita Castellana ha invece sfaciato con tre martellate le sicurezze della formazione bianconera.
Luca Vagnetti

Lascia un commento