13.8 C
Bastia Umbra
6 Ottobre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Bastia e Voluntas,un derby a tutto gas

L’undici di Scarfone cerca continuità dopo il pari di Viterbo, gli spoletini vogliono migliorare la media esterna
PERUGIA – Due squadre in salute si affrontano in uno dei tanti derby che questa stagione di serie D ci regala.

Al Comunale di Bastia la squadra di Rosario Scarfone cerca continuità e punti dopo la buona prestazione, condita da un pari, di Viterbo. Di fronte la Voluntas Spoleto. La squadra di Ezio Brevi viene invece da un successo casalingo. Gli spoletini fino ad oggi hanno palesato qualche problemino in trasferta, per lo meno nei risultati. Solo un punto, mentre in casa i biancorossi marciano a ritmo spedito. Sarà un bel duello anche sugli spalti, trovandosi di fronte due tra le tifoserie più colorate e calde della regione. Insomma, tutti ingredienti per poter sperare di vedere una bella partita. «Stiamo giocando tanti derby – dice Rosario Scarfone – è normale che sia così edunpiacere farlo in questa categoria. Lo sapevamo e ci teniamo a farbene, specie quando giochiamo davanti ai nostri tifosi. Cerchiamo continuità, veniamo da due buone

prestazionimanon abbiamo portato a casa i punti che probabilmente meritavamo. Anche se affrontavamo due ottime compagini come Sansepolcro e Viterbese. Ai ragazzi ho chiesto di continuare su questa strada per ciò che concerne il gioco. Sono convinto che se proseguiremo a fornire questo genere di prestazioni arriveremo a fare tanti punti. La Voluntas? Con Zuppardo e Di Giuseppe li davanti non siamo affatto tranquilli. Dietro hanno giocatori esperti. E una squadra costruita bene e mi aspetto diverse difficoltà. La serie D? E un campionato affascinante, diverso sotto mille aspetti rispetto all’Eccellenza. La cosa che risalta subito all’occhio è il ritmo. Il giovane in più ti costringe qua-si a costruire la squadra in base ai giovani che hai a disposizione. In questa categoria è fondamentale sbagliare meno possibile. Perché non vieni perdonato. Gli infortunati? Ne abbiamo ancora parecchi. Non recuperiamo nessuno, e probabilmente saremo gli stessi che hanno giocato a Viterbo». Dall’altra parte Alberto del Frate osserva come cresce la sua creatura. Rispetto lo scorso campionato a Spoleto si è cambiato tanto, ridimensionando e puntando sui giovani. La cosa sta dando buoni frutti. La classi-fica sorride, ma si può migliorare: «Tutto sommato siamo abbastanza soddisfatti – dice il direttore sportivo degli spoletini – come tutti sanno rispetto l’anno scorso abbiamo cambiato tantissimo, abbassando l’età media e ripartendo da pochi ma validissimi giocatori di esperienza. Ancora stiamo mostrando un certo discostamento tra le prestazioni che offriamo quando siamo davanti al nostro pubblico di casa e quando andiamo in trasferta. E una cosa che caratterizza diverse formazioni di questo campionato. Così come nel caso degli altri, tende a ritenere questo trend una logica conseguenza del fatto che negli undici di base ci sono tanti giovani. Che magari danno quel qualcosa in più quando si sentono diciamo protetti dal pubblico amico. A Bastia ci sono tutti i presupposto per assiste-re ad una bella partita. La squadra di Scarfone mi piace, ha ottimi attaccanti e dovremo stare particolarmente attenti alle loro giocate. Speriamo di fare il salto di qualità in trasferta, per arrivare a punti che servono tanto per il nostro obiettivo. In questa stagione la salvezza per noi vale come un campionato vinto».
di SIMONE MAZZUOLI

Lascia un commento