37.7 C
Bastia Umbra
27 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

SCATTA IL PIANO PREVENZIONE INCENDI PROTOCOLLO OPERATIVO PER IL CALDO SICCITA’, COMBATTERE GLI SPRECHI D’ACQUA.

Da oggi scatta su tutto il territorio comunale il piano prevenzione incendi, in considerazione dell’arrivo della stagione estiva con un’ondata di calore elevata perdurando costantemente temperature alte.

L’amministrazione infatti ha dato disposizione al Gruppo comunale dei volontari della Protezione civile di effettuare con frequenza, almeno tre giorni a settimana, controlli in pianura e nelle zone di montagna per controllare che non ci siano focolai e quindi incendi.

“Il piano prevede – spiega Gabriele Valecchi, responsabile del Gruppo – sopralluoghi più accurati, perché meno visibili eventuali fuochi rispetto alle aree pianeggianti, nei boschi dell’intero parco del Monte Subasio e delle zone montane come Armenzano, Pieve, Costa di Trex, Sant’Anna. Ovviamente raccoglieremo qualsiasi segnalazione proveniente dai cittadini e nello stesso tempo invitiamo la cittadinanza a non bruciare sterpaglie ed erba secca per evitare rischi di incendi”.

Sul fronte incendi ci sono naturalmente i vigili del fuoco che rivolgono ai cittadini la stessa raccomandazione annunciando sanzioni in caso di trasgressioni, sanzioni che, si ricorda, possono essere elevate ai sensi del vigente regolamento di Polizia Urbana che prevede agli articoli 11 e 15 l’obbligo per i proprietari e coloro che detengono immobili (edifici, costruzioni, locali, spazi) di mantenere pulite le aree esterne (giardini, orti), di eseguire lo sfalcio periodico dell’erba delle aree esterne  nonché delle aree che seppure agricole si trovino nelle vicinanze di fabbricati e/o strade. Stesso obbligo di pulizia, a propria cura e spese, dei terreni invasi da vegetazione, mediante rimozione di ogni elemento e condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica, in particolar modo provvedendo alla estirpazione di sterpaglie e cespugli, nonché al taglio di siepi, vegetazione e rami che si protendono sui cigli delle strade, in modo da non creare pericoli per la pubblica incolumità, l’igiene pubblica e rischio incendi. In caso di contravvenzioni saranno comminate ingenti sanzioni.

Intanto è operativo il protocollo operativo per l’emergenza calore reso noto dal distretto sanitario dall’Usl 1 che prevede una particolare assistenza e cura per le persone più fragili a causa di malattie e per una condizione di solitudine o carenza di rete familiare. In questo ambito il Comune di Assisi in quanto capofila della zona sociale 3 (Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica) si interfaccia con il distretto sanitario per divulgare tutte le informazioni utili e segnalare i soggetti a rischio dell’intero comprensorio e infine funge da supporto logistico ai servizi territoriali e alle strutture a gestione diretta.

Per fronteggiare l’afa di questi giorni si diffondono consigli utili, rivolti soprattutto alle persone anziane e ai soggetti fragili, come non uscire nelle ore più calde, coprirsi la testa con un berretto o un cappello e bere spesso.

 

Intanto per l’allarme siccità il sindaco Stefania Proietti ha emesso un’ordinanza contro gli sprechi d’acqua. Infatti in considerazione delle prolungate ondate di calore e dell’elevato consumo idrico, l’amministrazione ha deciso di adottare una politica di contenimento dei consumi vietando, fino al 30 settembre prossimo, l’utilizzo dell’acqua potabile, erogata dall’acquedotto pubblico, per l’uso irriguo, il lavaggio di automezzi e piazzali, il riempimento di piscine private.

In pratica i prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per uso potabile, igienico-sanitario, zootecnico e per i servizi pubblici assegnati; sono consentiti il riempimento di piscine pubbliche, l’irrigazione di strutture sportive, i servizi di autolavaggio autorizzati.  Sono infine consentite dall’ordinanza firmata dal sindaco le attività dei servizi pubblici di igiene urbana per le quali, comunque, dovranno essere assunti comportamenti utili a contenere gli sprechi.

 

22/06/2022

Ufficio Stampa
Città di ASSISI

Lascia un commento