22.9 C
Bastia Umbra
29 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

Abbondono del consiglio comunale di Lega e M5S. Sindaco di Bastia e maggioranza: “I giochetti della politica”

 

 

Più volte nei Consigli comunali siamo stati accusati di essere insensibili alle problematiche sociali ed ambientali e di “fare giochetti”, non accogliendo per punto preso le proposte della minoranza. Ma ogni qual volta i temi proposti erano meritevoli di attenzione da parte del Consiglio tutto e costituivano novità e non un ribadimento di linee di mandato già espresse e condivise, non ci siamo tirati indietro e usando buonsenso e oggettività abbiamo espresso il nostro parere favorevole.

Ieri sera invece i Gruppi Consiliari della Lega e dei 5Stelle, pur di non approvare e condividere i contenuti di un ordine del giorno presentato dalla maggioranza su un tema molto importante per la cittadinanza, in cui si chiedeva all’Amministrazione “l’attivazione ogni utile iniziativa nei confronti della Regione dell’Umbria per un sollecito aggiornamento del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti”, sono usciti dal Consiglio così da non dover esprimere un parere.

Ma cosa si chiedeva di tanto difficile da condividere? Sollecitare la Regione per l’approvazione di un piano essenziale, dal quale si possa dare finalmente il via ad un vero efficientamento del sistema di raccolta dei rifiuti, con conseguentemente calo della TARI che invece, in questa fase di stallo, aumenta sempre di più non tenendo conto del comportamento sempre più virtuoso dei cittadini umbri e in particolare di quelli bastioli? Sono cose di non poco conto, richieste legittime a difesa del consumatore… ma forse la medesima appartenenza al governo regionale li ha così irretiti da nemmeno voler essere presenti in aula? Ci piacerebbe credere che non sia così, ma poche alternative sovvengono alla mente… anche i partiti della maggioranza governano la Regione, ma un’esortazione a mettere mano ad una situazione grave e scaturita ben prima del cambio al timone della Regione era quanto meno necessaria, e se ne sono fatti addirittura promotori.
Che dire invece del Movimento 5 Stelle, che non più tardi del consiglio precedente aveva posto all’attenzione dell’assise comunale svariati documenti aventi come tema cardine l’ambiente? Ed in questo caso non c’era nemmeno la “scomoda” appartenenza politica coi soggetti esortati nell’ordine del giorno…

Eppure la Lega e i 5Stelle se ne sono andati, non senza prima aver proclamato per l’ennesima volta coi loro interventi, tra l’altro fuori tema rispetto agli argomenti da trattare in consiglio, l’inefficienza dell’amministrazione comunale e l’incapacità di tutelare i diritti dei propri concittadini. E loro se ne sono andati… la risposta peggiore per chi non ha il coraggio di non badare al colore politico di fronte ad azioni oggettivamente meritevoli e necessarie, peggio anche dell’astensione che di per sé, per quanto legittima e rispettosa, corrisponde a non volersi esprimere.

A comprova di quanto detto, l’ordine del giorno è stato approvato all’unanimità dei presenti in aula, senza astensioni nè distinzione tra maggioranza e opposizione: questo è un segnale forte che dà maggior peso all’atto che verrà ora inviato a Regione ed AURI, l’autorità regionale competente in materia di rifiuti”.

 

Comunicato stampa Sindaco di Bastia Umbra e Gruppo di Maggioranza

 

Lascia un commento