31 C
Bastia Umbra
27 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

M5S sul Regolamento d’igiene: “Salute e ambiente al primo posto: no allo spandimento indiscriminato di liquami zootecnici”

Nel consiglio comunale del 7 aprile era in discussione la modifica del regolamento di igiene per consentire lo spargimento dei liquami da allevamento nel territorio comunale, in seguito a una diffida presentata da una azienda zootecnica di Bettona.
Come MoVimento 5 Stelle Bastia ci saremmo attesi che, prima di procedere con qualsivoglia variazione del regolamento, invece di appiattirsi unicamente sulle ragioni dell’azienda zootecnica, motivando tale modifica con la solita logica pilatesca in cui tutto è consentito, purché previsto dalla legge, si fosse prudenzialmente fatta una preliminare ed approfondita verifica ambientale, per stabilire se e come consentire lo spargimento di liquami sui nostri terreni, già gravemente compromessi ai nitrati, tanto che la regione Umbria ha esteso a tutti i 27 kmq del territorio comunale le zone vulnerabili ai nitrati.

L’amministrazione Lungarotti invece, mantenendo il consueto tono democristiano, ha disatteso le sacrosante preoccupazioni di inquinamento ambientale avanzate dai cittadini di Costano, accogliendo invece la richiesta dell’impresa, modificando a maggioranza il regolamento, recependo pedissequamente le norme statali e regionali con la sola promessa di maggiori controlli da realizzarsi con l’ARPA.
A tal proposito, su nostra iniziativa, il consigliere regionale M5S Thomas De Luca ha recentemente depositato un’interrogazione per conoscere gli intendimenti della giunta regionale sul “DIFFUSO INQUINAMENTO DA NITRATI DELLE MATRICI SUOLO E FALDE ACQUIFERE CON PARTICOLARE RILEVANZA DEI CORPI IDRICI GENNA E CHIASCIO E TERRITORI LIMITROFI“.
Ormai tutti stanno sempre più capendo quanto la transizione ecologica sia fondamentale per vivere in armonia nell’ecosistema.

La tutela in primis della nostra terra,  proteggendo, preservando e ripristinando la biodiversità, i nostri mari, i fiumi, il suolo, i nostri paesaggi e l’aria che respiriamo, è ciò che tutti siamo chiamati a fare, motivo per cui il voto del Movimento 5 Stelle è stato fortemente contrario a questa imponderata modifica del nostro regolamento.

MoVimento 5 Stelle Bastia Umbra

 

Lascia un commento