28.1 C
Bastia Umbra
4 Luglio 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra

Carlo Cianetti di Bastia Umbra in lizza per il Concerto Primo Maggio a Roma

Carlo Cianetti (in arte MY GIRL IS RETRO) di Bastia Umbra è tra i 50 selezionati e candidati per suonare al Concerto del Primo Maggio a Roma.
Il posto sul palco sarà deciso tramite votazione on line (25%) e giuria di qualità (75%). la votazione si concluderà il 17 aprile ed il 22 aprile si saprà il risultato.

LINK PER LA VOTAZIONE E ASCOLTO DEL BRANO > https://1mnext.primomaggio.net/artisti-2021/45-my-girl-is-retro

 

IL BRANO IN GARA: CORALLO

“Qualche anno fa, uscì la notizia di un ragazzo di quattordici anni che, ritrovato senza vita sul fondo del Mediterraneo, si era cucito nella giacca la sua pagella. Come tanti, stava migrando verso l’Europa, in cerca di una nuova vita. E come tanti, anche lui si era cucito addosso qualcosa di importante, per non perderla nel viaggio: una pratica comune tra i migranti. Da questa storia nasce Corallo. Questo brano racconta la fatica di costruirsi un’identità, di rendersi visibili di fronte all’altro, tanto da aver bisogno di cucirsi addosso il proprio passato per dimostrare semplicemente di esistere. Corallo è l’urlo di aiuto tra il fragore delle onde, con la speranza che ci sia qualcuno, sulla riva, ad ascoltare. È il silenzio del fondo del mare, dove alcune storie finiscono. È un corpo che non muore, ma si trasforma, rinasce. Corallo è un appello a guardare alle proprie fragilità, per unirsi e ritrovarsi insieme, finalmente, solo umani. Affinché basti la vita a giustificare la vita.”

CARLO CIANETTI

MY GIRL IS RETRO è il progetto musicale di Carlo Cianetti: classe ’99, nato ad Assisi e cresciuto a Bastia Umbra. Nel 2017 incontra Marco Sensi, chitarrista di un gruppo della zona, i Please Diana, che sente i pezzi scritti durante gli anni del liceo e si propone di aiutarlo ad arrangiarli e registrarli. Dei brani scritti da Carlo vengono scelti cinque pezzi, i più significativi e con una tematica comune. Ne viene fuori un EP, completamente auto-prodotto in camera di Marco durante l’autunno di quell’anno.
Il 2 febbraio 2018 esce il primo – ed unico – singolo, Il giorno che ho provato ad esser Dio, un brano che parla della mania di controllo dell’uomo su ciò che non può controllare.
Tre settimane dopo, il 23 febbraio, esce l’intero EP con il nome Bordopiscina: “cinque canzoni che parlano di solitudine, amore e paura”. Nell’estate del 2018 Carlo suona in contesti importanti, come L’Umbria che Spacca di Perugia – prima di Carl Brave e Franco126 – ed il Woodoo Fest di Cassano Magnago, insieme a Francesco De Leo e Frah Quintale. A settembre Carlo suona anche come ospite alla presentazione del libro I Cani – I dischi, i bagni nel mare, l’umanità di Natan Salvemini, nella data di Bologna al Cortile Café, interpretando alcuni brani di Niccolò Contessa. Tra fine 2018 e inizio 2019 My Girl Is Retro porta Bordopiscina su e giù per l’Italia, suonando sui palchi, tra gli altri, del Milk di Parma, in apertura a Cimini, dell’Urban di Perugia e del Rocket di Milano, o prendendo parte al Sofar Sound di Torino e agli Spaghetti Unplugged di Roma e Bologna. A fine agosto 2019 si chiude il cerchio di Bordopiscina, con un concerto al tramonto, ai piedi della Basilica di San Francesco di Assisi.
L’EP, distribuito da indipendente, ha raggiunto gli oltre 200.000 ascolti su Spotify.
Terminato il tour, Carlo finisce di scrivere il suo primo vero e proprio album, che dopo due anni di ricerca sonora e pre-produzioni, incomincia a registrare nell’autunno del 2020 al Deposito Zero di Forlì, con la produzione artistica di Francesco Pontillo. Tra dicembre e febbraio, sono usciti i primi due singoli: Tango!, atto I La strada verso casa.

 

Lascia un commento