9.8 C
Bastia Umbra
28 Settembre 2020
Terrenostre 4.0 giornale on-line, Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Cultura

LUNEDI’ RIAPRONO LE SCUOLE. IL SINDACO PROIETTI E L’ASSESSORE PETTIROSSI AUGURANO UN SERENO INIZIO DELL’ANNO SCOLASTICO A DIRIGENTI, STUDENTI, DOCENTI, PERSONALE ATA E FAMIGLIE.

LAVORI ESEGUITI DAL COMUNE NEGLI ISTITUTI PER GARANTIRE  LA RIAPERTURA IN SICUREZZA. INVESTITI DUE MILIONI DI EURO. ASSICURATI I SERVIZI DI MENSA E TRASPORTO 

Oltre 6 mila studenti di Assisi (quasi 3000 quelli delle scuole infanzia, elementari e medie) tornano lunedì sui banchi di scuola per iniziare un anno particolare dopo mesi di didattica a distanza a causa dell’emergenza sanitaria per il Covid-19. 

Ai tre istituti comprensivi della città sono iscritti 2586 alunni e studenti (IC1: 735, IC2: 1192, IC3: 659) al  Convitto nazionale Principe di Napoli (Scuola elementare e media) 274. Ai servizi mensa e trasporto hanno fatto domanda  rispettivamente 700 e 345 studenti (i numeri sono provvisori e possono essere soggetti a variazione).  

Il sindaco Stefania Proietti, commissario straordinario alle scuole in questo periodo di emergenza, e l’assessore alle Politiche scolastiche ed Edilizia scolastica Simone Pettirossi rivolgono un caloroso augurio a tutti i bambini e i ragazzi che si apprestano a rientrare nelle aule, agli operatori del mondo della scuola, ai dirigenti, ai docenti, al personale Ata e alle famiglie:  “Vi accingete a iniziare un nuovo anno scolastico inconsueto e per questo oggi più di ieri il Comune vi è vicino. Questa estate abbiamo compiuto tanti e importanti lavori per l’adeguamento e il miglioramento di aule e spazi. Abbiamo lavorato intensamente per assicurare istituti sicuri, funzionali ed efficienti. Sono state effettuate decine e decine di riunioni e sopralluoghi, controllando – insieme ai dirigenti e al personale – ogni aula e ogni locale dei numerosi plessi scolastici, investendo risorse ingenti del Comune per recuperare spazi interni ed esterni (dedicandoli a uso esclusivamente scolastico) e per dotare di nuovi arredi gli istituti che ne erano sprovvisti. Puntualmente abbiamo informato la terza commissione consiliare (che ringraziamo per la collaborazione, insieme alla presidente Francesca Corazzi) e la cittadinanza sugli adeguamenti e ampliamenti effettuati e su tutti gli investimenti migliorativi realizzati negli istituti scolastici dal Comune di Assisi”.  

Pochi giorni fa, l’amministrazione ha aggiornato la mappa dei lavori effettuati nelle scuole del territorio, corredando le informazioni con un video che è possibile trovare al link http://www.comune.assisi.pg.it/2020/09/03/la-mappa-dei-lavori-nelle-scuole/ 

in cui si mostrano dettagliatamente tutti gli interventi in ogni scuola.  

“E’ importante riaprire le scuole per ridare ai nostri figli – hanno aggiunto il sindaco e l’assessore – la possibilità di riappropriarsi dei luoghi della conoscenza, della socialità e della crescita. Ma attenzione al virus, che è ancora tra noi, visto che i dati non sono incoraggianti e dobbiamo imparare a conviverci, rispettando le regole e adottando tutte le misure indispensabili per evitare la diffusione del contagio. Quindi ai ragazzi rivolgiamo l’appello a osservare con scrupolo le norme di sicurezza sanitaria che saranno impartite dal personale scolastico – correttamente formato – su come e quando indossare la mascherina e rispettare il distanziamento. I dirigenti e i docenti, che ringraziamo ancora una volta per aver lavorato senza sosta durante l’estate e in collaborazione con l’amministrazione, vigileranno sui nostri figli e continueranno a garantire la l’istruzione e la formazione con la solita professionalità e umanità, capaci di trovare nuove formule e nuove proposte didattiche. Un ringraziamento anche al personale Ata, che è stato sempre presente anche in questi mesi estivi, compiendo un grande lavoro con i nostri cantieri nelle scuole. Un invito va alle famiglie, affinché collaborino con le autorità scolastiche per assicurare agli alunni e agli studenti la massima serenità nel frequentare il nuovo anno scolastico. L’augurio è che dopo mesi di chiusure e di didattica a distanza la scuola torni da lunedì ad una “nuova normalità“, per trasmettere ”in presenza” i valori della cultura e del vivere alle nuove generazioni”.   

Per quanto riguarda i servizi di mensa e trasporto, l’amministrazione si è accollata i costi aggiuntivi – rispettivamente del 25 e del 15 per cento in più -, senza così gravare sulle spese delle famiglie, per garantire il rispetto delle disposizioni previste dai protocolli sanitari,  aumentando di due scuolabus il trasporto rispetto all’anno scorso per assicurare il rispetto dell’affollamento massimo nei mezzi dell’80%. I servizi di trasporto saranno usufruibili a partire da martedì 15 settembre mentre per quelli di refezione si rimanda alle disposizioni specifiche di ciascun plesso. 

Il sindaco e l’assessore hanno aggiunto che “tutto il personale che si occupa dei servizi mensa e accompagnamento degli alunni e che quindi entra in contatto con il mondo della scuola è sottoposto agli stessi protocolli sanitari richiesti dalle scuole al proprio personale. Raccomandiamo ai genitori di accompagnare i bimbi con puntualità date le stringenti procedure per l’ingresso a scuola e per il fatto che molte scuole, su richiesta delle dirigenti, si stanno avviando a diventare car-free: si sta cercando cioè di dedicare il più possibile gli spazi intorno alle scuole al deflusso degli alunni che, sia in ingresso che in uscita, devono mantenere il distanziamento evitando che si creino assembramenti”.  

Il Comune ha anche quest’anno finanziato il servizio di supporto, all’uscita e all’entrata a scuola, affidato con gara all’Auser, ma ha messo anche in campo tutte le forze di polizia municipale  per monitorare e gestire la situazione nei plessi dove c’è maggiore possibilità di congestione.  

L’amministrazione ha inoltre supportato i presidi delle scuole superiori nell’interlocuzione con Busitalia, per coordinare al meglio le esigenze dei vari plessi e per evitare possibili carenze: si ricorda che il limite di occupazione dei mezzi pubblici all’80% vale anche per le linee autobus del trasporto pubblico locale. 

“La riapertura della scuola – hanno concluso il sindaco e l’assessore – sarà il banco di prova per ripartire e per raggiungere una nuova normalità. Il Covid non fermerà il nostro cammino nel diventare, sempre più e sempre meglio, una comunità e una città educante” 

 

 

13/09/2020

 

Ufficio stampa  

Anna Mossuto 

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy