28.1 C
Bastia Umbra
22 Luglio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra

Lettera alla redazione – Bruno Speziali sulla situazione degli “anziani soli”.

TERRE NOSTRE 

Sede e Redazione 

P.za Mazzini 49/b 

06083-   BASTIA UMBRA 

 

 

OGGETTO 

terre nostre n. 2 – marzo 2020 – pag. 30 

petizione popolare per “….. anziani soli …..” 

 

Ho letto e condivido.  

Già più volte ne ho sentito parlare e spesso mi vengono richieste informazioni da soggetti in qualche modo “toccati” dal problema. 

Si deve parlare soltanto di anziani soli  ma è necessario distinguere: 

  1. gli anziani soli autosufficienti (anche parzialmente); 
  1. gli anziani soli non autosufficienti. 

La petizione popolare è una buona idea per il caso -1- (almeno per una buona parte), come  ben evidenziato nel vs. articolo“i costi organizzativi e gestionali saranno supportati dall’utenza che usufruirà di tali servizi”  – e questo non va bene per tutti (in caso di redditi insufficienti si renderà necessario l’intervento economico integrativo a carico o di figli e/o familiari (se esistenti ed obbligati per legge), o dei Servizi Sociali del Comune di Residenza.  

                   (in strutture similari oggi esistenti il costo giornaliero può aggirarsi in 40,00/60,00 euro/giorno). 

 

E’ necessario far chiarezza anche nei confronti dei soggetti del caso -2- (e dei figli e/o familiari in genere).  Questi (anziani soli non autosufficienti) dovranno trovare una sistemazione diversa che nell’attuale sistema assistenziale trova risposta nelle Case di Riposo accreditate c/o Regione Umbria come RP (Residenza Protetta). E’ fin troppo evidente che tale soluzione richiede un costo gestionale elevato (oggi quantificabile in 90,00/100,00 euro/giorno) che fino al recente passato veniva ripartito come segue: 

a)- stante la condizione 100% di non autosufficienza, il 50% del costo giornaliero a carico della Regione Umbria (tramite la USL); 

b)- il restante 50% a carico dell’utenza (o di figli e/o familiari se esistenti ed obbligati per legge), in caso contrario, per la quota sostenibile con il solo reddito dell’anziano (di solito pensione) e per la rimanenza a carico dei Servizi Sociali del Comune di Residenza. 

 

05/04/20 

Bruno Speziali, con 35 anni di servizio “sul campo” … 

 

Lascia un commento