6.6 C
Bastia Umbra
1 Febbraio 2023
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Politica

Gruppo consiliare Assisi Domani “A VOLTE RITORNANO …”

A VOLTE RITORNANO …,

prendendo a prestito il titolo della prima raccolta di racconti di Stephen King, proprio così può definirsi il post pubblicato dal grillino Leggio.

Prima con una mozione del 2016, poi con una interpellanza del 2017 e, ora con un ordine del giorno prendendo spunto da una fantasiosa ricostruzione di ‘scelte politiche’ che questa amministrazione avrebbe fatto in relazione alla gestione del personale, come se la città di Assisi fosse un’isola felice svincolata dalla Costituzione, dalle leggi e dalla contrattazione nazionale.

Ancora il paladino grillino confonde, sapendo di confondere (per marchette elettorali?), il contratto nazionale di lavoro dei dirigenti (che prevede il sistema, applicato, della “pesatura” dei risultati nell’ambito della gestione della performance) con quello, diverso, dei dipendenti comunali e con quello, ancora diverso, dell’appalto di servizi.

E’ noto che quello che incide sulla capacità operativa dell’Ente, e troppo spesso la blocca, è la mancanza di personale e le lungaggini burocratiche necessarie per reperirlo. L’esternalizzazione parziale di un servizio, come si fa in tantissime città d’Italia, permette di risolvere temporaneamente questo problema.

Ora se il grillino Leggio avesse veramente a cuore le condizioni di lavoro di questi lavoratori si darebbe da fare perché vogliamo ricordargli che il Ministero, da un anno e mezzo, è guidato dal suo partito (il Movimento 5 Stelle) e potrebbe in tale sede avanzare proposte e suggerimenti utili alla causa (e ai lavoratori) del pubblico impiego.

Invece, il buon Leggio cosa fa? Si ricorda solo oggi di questa problematica, “guarda caso” a pochi giorni dalle elezioni regionali…. Curioso, vero?

Una cosa è certa, gli elettori non hanno l’anello al naso e alle promesse da marinaio non credono più. Come non credono e non cadono nelle strumentalizzazioni che si vogliono fare gettando fango sulle attività fatte in questa Città e da questa Amministrazione.

Del resto basta studiare un po’ per rendersi conto che le scelte dell’Amministrazione sono state fatte ai sensi delle normative nazionali vigenti. Quindi il buon Leggio si dia da fare, visto che il suo partito occupa tanti posti al governo e non sta più all’opposizione, per far cambiare le leggi e non si abbassi all’ipocrisia della speculazione sulla pelle dei cittadini per fare propaganda elettorale.

Comprendiamo tutto, anche lo stato d’animo di questi giorni concitati, ma consigliamo vivamente al consigliere Leggio di pensare ad Assisi, innanzitutto, piuttosto che alle campagne elettorali regionali che non lo vedono neanche candidato, e di adoperarsi concretamente -visto che appartiene ad un partito che governa questo Paese – per fare qualcosa di utile nell’interesse dei lavoratori.

 

22/10/2019

Giuseppe CARDINALI, Carlo MIGLIOSI, Paolo SDRINGOLA

Gruppo consiliare ASSISI DOMANI

Lascia un commento