17.2 C
Bastia Umbra
19 Settembre 2019
Terrenostre 4.0
Bastia Umbra Politica

CASO UNILIBERA, DEGLI ESPOSTI: “UN PREMIO “POST-ELETTORALE” PER IL NUOVO PRESIDENTE?”

Con estrema semplicità rispondo al trattato della professoressa Lungarotti in merito alla questione Unilibera, che ha evidentemente sollecitato la necessità di ribadire alcuni caratteri della sua azione amministrativa.

Il mandato del sindaco Lungarotti sarà caratterizzato da continuità e discontinuità, stabilità ed innovazione, inclusione e partecipazione allargata: insomma, una teoria che tende a giustificare tutto e il contrario di tutto in merito ai criteri messi in campo nelle scelte.

Mi ha molto colpito un’affermazione del sindaco Lungarotti: “il comportamento arrogante lo può avere chi pensa che certi incarichi siano assegnati per alcuni e non per altri, chi pensa che gli orizzonti dell’impegno appartengono a pochi e non a tanti”.
Mi chiedo allora se la conferma (per il terzo mandato di fila, un unicuum nella storia del nostro Comune) a Francesco Fratellini nel ruolo sia di assessore all’urbanistica e rifiuti, settori peraltro molto delicati, che di vicesindaco non esprima esattamente questa arroganza.

Continuità o discontinuità?
I volti di questa maggioranza sono quasi esattamente quelli della scorsa legislatura e il nome del futuro presidente di Unilibera, che sta circolando in questi giorni, è quello di un’altra professoressa che – nonostante la risposta molto filosofica del sindaco – nasce in realtà da una teoria molto concreta, magari per ripagare il supporto elettorale ricevuto.

Se le voci fossero confermate, lei cosa rappresenterebbe? Continuità o innovazione?

Quello che intendo evidenziare è che l’attuale sindaco ha sempre rivolto parole di apprezzamento sul lavoro e sul ruolo di centro culturale svolto dall’associazione  Unilibera. Questo si evince nella prefazione dell’anno accademico 2018/2019 a sua firma in qualità di assessore alla cultura.
Confermo, dunque, di essere rimasta perplessa per gli accadimenti in corso.

E ci risparmi il tono da professoressa nel ricordarci le norme che regolano le nomine delle cariche direttive dell’Università Libera.
Non cerchiamo teoremi per addolcire una regola molto terra-terra, la stessa che il consigliere Bagnetti ci ricorda spesso nei consigli comunali: “abbiamo vinto e quindi comandiamo noi.”

Rimaniamo, pertanto, in attesa di conoscere quali saranno i nomi del nuovo presidente e dei componenti del comitato direttivo a cui auguriamo sin da ora di svolgere un proficuo lavoro per la nostra comunità.

30/07/2019

Catia Degli Esposti

 

 

 

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy