21.9 C
Bastia Umbra
28 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Politica

Lunghi e Bocchini presentano Mozione sulla predisposizione ed approvazione di un "Regolamento sull'Amministrazione Condivisa dei Beni Comuni".

Spett.le
Presidente Consiglio Comunale
Dott.ssa Carla Casciarri
Oggetto: Mozione sulla predisposizione ed approvazione di un ” Regolamento sull’Amministrazione Condivisa dei Beni Comuni”
I sottoscritti Consiglieri Comunale Antonio Lunghi ed Ivano Bocchini chiedono che venga discusso nel prossimo Consiglio Comunale la seguente Mozione:
PREMESSO CHE:
• La Costituzione Italiana affida alle Istituzioni Pubbliche il compito di: rimuovere le diseguaglianze, realizzare «il pieno sviluppo della persona» e rendere «effettiva» la sua partecipazione alla vita del Paese (art. 3, secondo comma, Cost.).
• Tra le Istituzioni “l’Amministrazione Comunale” rappresenta il livello di governo più vicino ai cittadini – e quindi “luogo privilegiato” ove sperimentare questo nuovo paradigma dell’amministrazione condivisa.
• Esiste un problema di responsabilità nello svolgimento di questi compiti ed attività. Non basta affermare che i cittadini non sono amministrati ma alleati, se poi tutto l’ordinamento normativo sottostante li continua a considerare come amministrati. C’è dunque un grande problema di adeguare tutto l’ordinamento altrimenti resta lettera morta.
EVIDENZIATO CHE:
• L’Amministrazione Comunale in questi anni ha elaborato dei regolamenti che affrontano problemi connessi alla partecipazione diretta dei cittadini e delle Associazioni alla Gestione dei “Beni Comuni”.
• In tema di sicurezza l’Amministrazione Comunale di Assisi collabora con il Gruppo “Volontari per Assisi” per svolgere azioni di presidio e controllo di molti luoghi sensibili del nostro territorio.
• Nella Gestione del Patrimonio immobiliare del Comune è stata redatta una Direttiva del 12 febbraio 2015 “modalità di concessione e/o locazione di beni immobili di proprietà del Comune”, in cui si prevede espressamente che il pagamento del Canone può essere effettuato attraverso l’espletamento di una funzione o attività di interesse pubblico;
• Nella Manifestazione UNTO è stato istituzionalizzato il coinvolgimento delle Pro Loco del Territorio per una valorizzazione e promozione turistica dello stesso.
CONSIDERATO CHE:
• L’Assessore Veronica Cavallucci ha dichiarato che intende predisporre un Regolamento che affronti il tema dei “Beni Comuni”.
Gli argomenti che potrebbero essere regolamentati nella stesura di un Regolamento a titolo di esempio potrebbero essere:
• Beni comuni urbani: i beni, materiali, immateriali e digitali, che i cittadini e l’Amministrazione, anche attraverso procedure partecipative e deliberative, riconoscono essere funzionali al benessere individuale e collettivo, attivandosi di conseguenza nei loro confronti ai sensi dell’art. 118 ultimo comma Costituzione, per condividere con l’Amministrazione la responsabilità della loro cura o rigenerazione al fine di migliorarne la fruizione collettiva.
• Cittadini attivi: tutti i soggetti, singoli, associati o comunque riuniti in formazioni sociali, anche di natura imprenditoriale o a vocazione sociale, che si attivano per la cura e rigenerazione dei beni comuni urbani ai sensi del presente regolamento.
• Proposta di collaborazione: la manifestazione di interesse, formulata dai cittadini attivi, volta a proporre interventi di cura o rigenerazione dei beni comuni urbani. La proposta può essere spontanea oppure formulata in risposta ad una sollecitazione del Comune.
• Patto di collaborazione: il patto attraverso il quale Comune e cittadini attivi definiscono l’ambito degli interventi di cura o rigenerazione dei beni comuni urbani.
• Interventi di cura: interventi volti alla protezione, conservazione ed alla manutenzione dei beni comuni urbani per garantire e migliorare la loro fruibilità e qualità.
• Interventi di rigenerazione: interventi di recupero, trasformazione ed innovazione dei beni comuni, partecipi, tramite metodi di coprogettazione, di processi sociali, economici, tecnologici ed ambientali, ampi e integrati, che complessivamente incidono sul miglioramento della qualità della vita nella città.
Tutto ciò premesso il Consiglio Comunale impegna la Giunta e gli Uffici Competenti ad elaborare un “REGOLAMENTO SULL’AMMINISTRAZIONE CONDIVISA DEI BENI COMUNI”.
Assisi, lì 01.05.2017
Antonio Lunghi
Ivano Bocchini
 
 
28/05/2017
Antonio Lunghi

Lascia un commento