33 C
Bastia Umbra
8 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Cultura

Inaugurazione Mostra documentaria “Terre Bastie” giovedì 8 dicembre – Sala Espositiva delle Monache Benedettine.

La Mostra documentaria “Terre Bastie” sarà inaugurata giovedì 8 dicembre alle ore 17,00 nella Sala Espositiva delle monache Benedettine, in via Garibaldi, dove rimarrà esposta fino al 23 dicembre (apertura tutti i giorni ore 17.00 – 19.00 e al mattino su prenotazione).

Il titolo della Mostra evidenzia come tra il ‘500 e il ‘700 coesistano nei documenti le due grafie “Terrae Bastiae” e “Terre Bastie”, attestando l’evoluzione della lingua dalle regole classiche del latino a quelle più “fluide” del volgare, che da lingua parlata iniziava a contaminare anche le regole della scrittura, fino ad arrivare ad oggi che è diventata lingua “italiana” nella versione che tutti conosciamo.
Tra i documenti, prodotti tra i secoli XVI° e XVIII°, uno in particolare assume una connotazione di curiosità, la coperta infatti, è anteriore di circa due secoli agli atti in esso registrati. Si tratta di un interessante impiego di riutilizzo, foglio di un registro trecentesco in scrittura notarile cancelleresca che sembrerebbe appartenere all’attività giurisdizionale del Capitano del Popolo del Comune di Perugia. Tra il materiale di riutilizzo usato per le copertine dei Registri, non di rado si trovano anche Codici di musica sacra provenienti dagli istituti religiosi del tempo. Difatti il mutare della liturgia dopo il Concilio di Trento (1545- 1563) fece cadere in desuetudine i vecchi testi musicali medievali che, smembrati, trovarono impiego ben diverso da quello originario.

“Terre Bastie” vuole essere un richiamo, uno spunto per tutti quei cittadini, studiosi e studenti, che volessero intraprendere uno studio approfondito dei documenti conservati nell’Archivio Storico Comunale di Bastia Umbra.
Alcune serie archivistiche ben si presterebbero a divenire oggetto di tesi di laurea per discipline afferenti ai corsi universitari di Lettere, Storia e Statistica, per citarne alcuni. Lo studio della Paleografia e della Diplomatica, contemplate in alcune facoltà e soprattutto materie della Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presente presso l’Archivio di Stato di Perugia, possono aiutare ad introdurci nell’apparente misterioso mondo della scrittura più antica, in quelle grafie che possono sembrare “criptiche” ma che in realtà si disvelano a chi ha la pazienza di studiare la loro evoluzione e l’ insieme dei segni abbreviativi codificati che le compone.

La Mostra inaugura il programma natalizio delle attività predisposte dal Comune in sinergia con altre realtà del territorio, e si inserisce nella rassegna la “Biblioteca va in città”, curata dalle operatrici di Sistema Museo, che gestisce la Biblioteca comunale.

07/12/2016

Comune di Bastia Umbra

Lascia un commento