29.1 C
Bastia Umbra
12 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

Fabrizia Renzini: ‘Ennesimo scivolone: scelti tra gli scrutatori di seggio i figli di un assessore e della segretaria del Sindaco’.

Il caso “Bartolini” ed il recente caso “Possati” – quest’ultimo appena affrontato nell’ultimo Consiglio Comunale – non sono bastati alla Giunta Ansideri per dimostrare l’assoluta divergenza tra i propri slogan di cambiamento / trasparenza e le azioni messe effettivamente  in campo.
Mentre il 10 novembre il Consiglio Comunale di Assisi si pronunciava a favore del metodo di estrazione a sorte degli scrutatori da destinare ai seggi per la consultazione referendaria del prossimo 4 dicembre, la Commissione Elettorale del Comune di Bastia Umbra, presieduta dal Sindaco Stefano Ansideri, sceglieva una rosa di scrutatori tra cui compare il nome del figlio dell’Assessore ai LL.PP. e della figlia della Segretaria del Sindaco stesso, oltre ad altri nomi  di parenti e figli anche di un consigliere e di alcuni dipendenti comunali.
Non sarebbe forse stato eticamente più consono  e socialmente più apprezzabile farsi da parte – visto il ruolo pubblico ricoperto  – e “lasciare la palla”  a quei giovani che, oltre ad essere essi stessi disoccupati o in attesa di occupazione, hanno entrambi i genitori o anche uno solo di essi senza un lavoro stabile?
Cari Amministratori, chi decide di dedicarsi alla “cosa pubblica” non  può permettersi di farne “cosa propria”.
E’ proprio il caso di dire … REPETITA  NON  JUVANT !!!
+++++++++++++++
“Bastia Umbra, lì 15 novembre 2016

All’ Ill.mo Sig. Sindaco

del Comune di Bastia Umbra

c/o Palazzo Comunale

Bastia Umbra

 

MOZIONE

 

OGGETTO: nomina degli scrutatori presso i seggi elettorali con estrazione a sorte.

 

PREMESSO

– che nella seduta consiliare del 10.11.2016, su proposta dell’Assessore Maria Claudia Travicelli, il Consiglio comunale di Assisi ha deliberato di adottare, per la nomina degli scrutatori della prossima consultazione referendaria del 4.12.2016, il meccanismo dell’estrazione, al fine di sorteggiare giovani tra i 19 ed i 35 anni di età;

– che l’intento della massima Assise comunale è stato duplice: da un lato, garantire trasparenza ed eguaglianza di opportunità sgombrando il campo da logiche clientelari e parentali, dall’altro, avvicinare le giovani generazioni ad una più ampia partecipazione alla vita delle Istituzioni e di agevolarli dal punto di vista economico poiché, statisticamente, la fascia di età scelta comprende studenti o persone in cerca di occupazione;

CONSIDERATO

– che, di contro, il Comune di Bastia Umbra, nella seduta della Commissione Elettorale del 10.11.2016, ha deciso di scegliere, a proprio arbitrio, gli scrutatori per la citata prossima consultazione referendaria del 4.12.2016;

– che, nello specifico, tra i nomi di cui all’allegato verbale figura il figlio dell’Assessore ai LL.PP., Dott.ssa Catia Degli Esposti (Landolfi Guido) nonché la figlia della Segretaria del Sindaco, Dott.ssa Monica Falcinelli (Meazzi Gloria), ed altri figli/parenti di dipendenti comunali (v. allegato);

PRESO ATTO

– della gravità di siffatto comportamento che, ancora una volta, dimostra l’incapacità della Giunta Ansideri di tener fede ai principi portati avanti solo a parole e proclami;

FA MOZIONE

affinchè venga deliberato di adottare, da ora in avanti, il metodo dell’estrazione a sorte per la nomina dei soggetti con funzioni di scrutatori presso i seggi elettorali presenti nel Comune di Bastia Umbra, scegliendo i detti scrutatori tra i giovani con fascia di età compresa tra i 19 ed i 35 anni che risultano iscritti nelle liste, dando tra essi priorità, con legittime modalità, a chi si trova in  situazione di indigenzadisoccupazione, attesa di occupazione o simile.

Con osservanza.

 

avv. Fabrizia Renzini

Consigliere comunale “Gruppo Misto”

 

 


Lascia un commento