27.8 C
Bastia Umbra
16 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Dopo duemesi di test della nuova rotatoria l’esame è stato superato

La soddisfazione dell’amministrazione comunale
BASTIA UMBRA Sono trascorsi poco più di due mesi dall’entrata in funzione della rotatoria posta all’intersezione stradale tra via Gramsci, via Roma e via Irlanda e l’amministrazione comunale commenta con soddisfazione l’impatto positivo che questa opera ha avuto sulla circolazione e la viabilità cittadina. “E’ evidente a tutti – spiegano dal Comune -il sensibile miglioramento riscontrato nei flussi di traffico, soprattutto nelle ore di punta, quelle ritenute più critiche: le lunghe code che si formavano quando c’erano i semafori ora sono solo un ricordo. Le dimensioni della rotatoria, a qualcuno apparse troppo grandi, in realtà condividono lo stesso diametro del precedente progetto elaborato dall’allora amministrazione Lombardi garantendo un giusto equilibrio dei bracci raccolti per la maggiorparte nel lato Nord e, comunque, risultano essere proporzionate alla funzionalità del flusso veicolare interessato”. Il decentramento della posizione della rotatoria rispetto all’asse della strada principale si è reso necessario per prevederel’inserimento delbraccio stradale, previsto dal Prg, di collegamento con la via Assisana, bypass di via Irlanda. La scelta di una unica corsia è legata alla logica di evitare affiancamenti tra autoveicoli evitando sorpassi che possono indurre comportamenti non consoni all’interno della rotatoria stessa. “Tutto il consiglio comunale – sottolinea l’amministrazione – ha approvato all’unanimità le scelte. Il quadro economico complessivo dell’opera, sempre rispetto al progetto originario, ha subìto un aumento a causa del valore degli espropri pari a circa 150mila euro”. A breve la rotatoria avrà anche il suo arredo urbano che, oltre al compito di abbellire e renderla più sicura, sarà funzionale a rendere questo spazio urbano un elemento capace di comunicare e valorizzare l’identità del territorio. L’importante risorsa messa a disposizione per l’arredo ha come obiettivo di dare valore all’immagine culturale di Bastia che si esprime con la sua festa del “Palio de San Michele”.

Lascia un commento