18.2 C
Bastia Umbra
9 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Sport

Serata di festa e relax per la Sir Safety Conad Perugia.

Ieri sera la Sir Safety Conad Perugia è stata ospite acclamata alla Sagra della cittadina dell’interland perugino. Presente anche il nuovo centrale bianconero, uscito dalla nazionale per un problema fisico: “Adesso la mia priorità è curarmi. Mi spiace aver lasciato la nazionale, ma allo stesso tempo sono contento perché avrò tutto il tempo per rimettermi a posto in vista dell’inizio della stagione con la Sir. La fascia di capitano in azzurro è passata a Buti? Simone è un amico e poi alla fine è rimasta a Perugia!”
PERUGIA – Serata di festa e relax per la Sir Safety Conad Perugia.
Ieri sera il presidente Sirci, coach Castellani con il suo staff, i Block Devils Andrea Giovi, Fabio Fanuli, Alberto Elia, Dobromir Dimitrov ed un acclamatissimo Emanuele Birarelli, il direttore sportivo Goran Vujevic (pure lui applauditissimo) ed i quadri societari sono stati ospiti a cena di Diego Milletti, titolare dell’azienda Sirit Costruzioni Srl nonché sponsor bianconero, alla Sagra del Baccalà di Villa Pitignano, località nei pressi di Perugia. Come nella passata stagione, la comitiva bianconera ha potuto gustare un’ottima cena ed ha ricevuto una splendida accoglienza dalla comunità di Villa Pitignano con tanti giovani tifosi che hanno approfittato della circostanza per gli immancabili selfie ed autografi con i propri beniamini. La Sir Safety Conad Perugia intende ringraziare davvero di cuore Diego Milletti e tutta l’organizzazione della festa per un appuntamento che da due anni segna un po’ l’inizio della stagione bianconera.
Come detto, tra i giocatori presenti si è aggiunto all’ultimo momento Emanuele Birarelli. Un problema di ordine fisico non ha permesso al nuovo centrale bianconero di proseguire la stagione con la nazionale italiana ed il “Bira” è subito giunto a Perugia per mettersi nelle mani dello staff medico e sanitario bianconero.
“Sicuramente mi dispiace non essere con la nazionale,anche perché la World Cup è l’appuntamento principale della stagione perché qualifica alle Olimpiadi. Ma era necessario e giusto fermarsi, la lombo-sciatalgia non mi avrebbe permesso di essere in condizione per una competizione del genere. Sotto un altro punto di vista invece sono contento perché avrò tutto il tempo per rimettermi a posto in vista dell’inizio della stagione con la Sir. Soprattutto avrò il tempo necessario per le cure che invece durante la stagione non c’è. Adesso per me la priorità è curarmi bene, siamo tutti ottimisti e poi non c’è bisogno di fare le cose di corsa visto che il tempo c’è. Quando non avrò più dolore, riprenderò il lavoro in palestra”.
La fascia di capitano in nazionale intanto è passata al compagno di club e di reparto “Cannibal” Buti, altro idolo del PalaEvangelisti. E Buti proprio ieri, caro “Bira”, ha spiegato che il capitano è Birarelli e di essere al momento un “capitano reggente”:
“Beh, lo ringrazio, con Simone siamo amici da tempo. Ma adesso si merita di essere il capitano della nazionale, è nel giro da tanti anni ed un ragazzo serio e in gamba. Alla fine la fascia è rimasta a Perugia, visto che con Simone siamo compagni di squadra e questo credo sia un valore aggiunto per la Sir. Approfitto per fare alla nazionale ed a tutti i ragazzi un grande in bocca al lupo in vista della World Cup!”.
Passiamo ai Block Devils. Questi giorni per Birarelli sono i primi della sua nuova esperienza perugina:
Il primo impatto è molto positivo. Essendo rimasti molti ragazzi dello scorso anno, entro in un gruppo già formato, ma in pratica conosco molto bene quasi tutti. Certo, i giocatori che ci sono adesso sono pochissimi e non è facile allenarsi, ma dopotutto ancora manca tanto all’inizio della stagione. Per quanto mi riguarda adesso, dovendo risolvere il problema fisico, lavoro sempre con lo staff sanitario, ma ho trovato un ambiente molto positivo. Anche se siamo ancora ad agosto, vedo sempre gente al palazzetto a seguire gli allenamenti e questo è bel segnale. Per non parlare della festa di ieri sera dove si sentiva tanto affetto verso di noi. Ci vorrà ancora un po’ di pazienza per i nostri tifosi, ma poi si comincia!”.
 
28/08/2015
UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Lascia un commento