26.8 C
Bastia Umbra
9 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Associazioni

Si è tenuta la prima conviviale tematica del Rotary Club dedicata alle “Eccellenze in Umbria”.

Sabato 25 luglio, nella Residenza d’epoca San Crispino di Via santa Agnese, si è tenuta la prima conviviale tematica che il neo Presidente del Rotary Club Giulio Franceschini ha voluto dedicare al tema della “Moda dell’Umbria nel mondo”, quale primo episodio del ciclo “Eccellenze dell’Umbria” che proseguirà cadenzata nei prossimi mesi. Per l’occasione è intervenuto come ospite relatore l’industriale LUCA MIRABASSI Presidente del Sindacato del Tessile di Confindustria Perugia e fondatore con la moglie (la stilista veronese LORENA ANTONIAZZI, famosa con l’appellativo “regina della treccia”) della “Sterne International”  punta di diamante del Distretto del Cashmere che, frutto di una coraggiosa intuizione nata quasi per scommessa, annovera attualmente nella nostra regione più di 500 aziende tra le quali spicca quella di BRUNELLO CUCINELLI (forte di 1300 dipendenti e di 3500 collaboratori esterni) presente nel mondo intero e premiato negli USA (anno 2009) con il prestigioso riconoscimento “Best of the best”. La serata, particolarmente gradita alla parte femminile dell’uditorio (tra cui la Presidente del Club di Città di Castello Emilia Nardi) e arricchita da una piacevole “colonna sonora” di musiche medievali proposte da interpreti del gruppo “Orientis Partibus”, ha permesso di constatare come il settore meriti ampiamente la qualifica di “ Eccellenza dell’Umbria” per aver conquistato, con una produzione di altissimo livello qualitativo con finiture totalmente eseguite a mano, i maggiori mercati mondiali, anche nei Paesi emergenti. Ne ha dato atto il relatore annunciando con legittima fierezza i certificati ottenuti dalla sua azienda che garantisce con evoluti sistemi di tracciabilità  il 100/100 del Made in Italy non avendo preso in considerazione quelle opportunità di delocalizzazione convenienti, ma soltanto sotto il profilo economico immediato. Il rischio di costi maggiori è stato largamente compensato dal successo ottenuto all’estero specialmente sul mercato tedesco e si è quindi rivelato come un investimento per il futuro a cominciare dal primo negozio aperto nel centro di Parigi cui hanno fatto seguito quello di Seoul e le fruttuose espansioni in oriente, in Giappone e in altre realtà emergenti che oggi ricevono circa il 90% della produzione di Sterne International. Per una sintesi conclusiva del suo intervento in tre punti di forza fondamentali Luca Mirabassi ha citato Frate Francesco scelto a modello di “Umiltà”, Albert Einstein che ha individuato nella “Volontà” il motore delle azioni umane e la “Passione” che condivide con la moglie e con i figli Nicola pilastro dell’organigramma aziendale quale “manager della produzione” e Andrea laureato alla Bocconi con successivo Master che gli ha permesso di avviare una esperienza importante “extra moenia” presso la prestigiosa Maison Dolce&Gabbana. La  famiglia costituisce una vera e propria squadra che si avvale di maestranze fedeli e specializzate che per il 50% sono costituite da giovani under 30, garanzia di sviluppi futuri in uno scenario favorevole per tutti auspicato dal Presidente Franceschini, particolarmente soddisfatto dell’esito dell’evento.                                                                                
26/07/2015
Pio de Giuli

Lascia un commento