28.2 C
Bastia Umbra
18 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Politica

Claudio Ricci (Consigliere Regionale dell'Umbria): in itinere di Presentazione una Mozione in Consiglio Regionale per la Tutela e Valorizzaione del CST di Assisi.

Perugia, 26 Giugno 2015.

Claudio Ricci (Consigliere Regionale) presenterà nei prossimi giorni una mozione, in Consiglio Regionale, sul Centro Internazionale di Studi Superiori sul Turismo CST – con sede in Assisi – sottolineando che rappresenta un valore regionale e nazionale avendo, sin dalla metà degli anni ottanta, costituito un punto di riferimento nazionale, e internazionale, per la formazione nel settore turistico, come centro studi e ricerche nonché ha dato propulsione, attraverso la prima collana di libri sull’industria dell’ospitalità italiana e i relativi materiali didattici, anche alla nascita del corso di laurea in economia del turismo (attivato dall’Università di Perugia, primo ad essere nato in Italia insieme all’Università di Bologna);

Claudio Ricci osserva nella mozione che dal 2006/2007 sono venute a mancare circa l’80% delle risorse costituenti il bilancio (in parte corrente) del CST e prima attribuite dall’Università di Perugia e in parte dalla Regione Umbria (pur prendendo atto che la Regione Umbria ha contribuito, per quanto possibile, al bilancio del CST facendo sviluppare al centro studi specifici progetti).

La mozione è tesa ad impegnare la Giunta Regionale affinché intraprenda una iniziativa, che coinvolga tutti gli attuali soci del CST, al fine di verificare ogni possibile azione per evitare la chiusura del centro studi (malgrado l’ottimizzazione dei costi già svolta e la forte riduzione del personale attuata) ed anzi pianificare, con sostegni economici e/o utilizzando il CST per lo sviluppo di progetti regionali (come la realizzazione  dell’osservatorio turistico), un suo rilancio considerando che il marchio, ivi incluse le sue dotazioni materiali e immateriali, includono ancora un ampio valore.

Andrebbe valutata, in parallelo, la possibilità di attivare una collaborazione organica del CST con una delle agenzie regionali già esistenti, che si occupano di turismo, anche nella prospettiva di ottimizzazione delle risorse regionali.

Claudio Ricci

Lascia un commento