12.1 C
Bastia Umbra
6 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Il Bastia ha la ricetta giusta Il Gualdo Casacastalda no

bianchini lorenzoL’anticipo Finisce 2-0 in favore dei biancorossi dopo un avvio diesel. Bene l’ultimo arrivato dal mercato
Partita spaccata dal rigore (discusso) di Bianchini e dal genio di Palavisini

BASTIA (4-4-2): Fulop 7; Stoppini 6.5,Ciccioli 6.5 (14’ st Annibaldi 6), Cossu 6.5, Pierotti 6.5, Toma 6.5, Mattia 7, De Santis 6.5, Baccarin 7 (36’ st Marchetti sv); Bianchini 7, Palavisini 7 (44’ st Baldinelli sv). All. Cocciari 6.5
GUALDO CASACASTALDA (4-1-3-2):Di Nardo 6; Popica 6 (10’ st Moriconi 6),Cotroneo 5.5 (19’ st Bellucci 6), Zanchi 6.5, Tofoni 6; Tempesta 6.5; E. Canestri 6
(27’st Gaggioli 6), Gramaccia 6.5, De Luca 6; Marri 6, Tomassini 6.5. All. Giunti 6
ARBITRO: Di Cairano di Ariano Irpino 6 (Abate, Saviano)
RETI: 6’ st (rig.) Bianchini; 10’ st Palavisini.
NOTE: Ammoniti Pierotti, Bianchini,Ciccioli, Baccarin, E. Canestri, Cotroneo. Angoli 7-2 per il Gualdo. Spettatori 400.
Recupero 1’ pt, 5’ st.
di Leonello Carloni
BASTIA UMBRA – Al Gualdo Casacastalda non è bastato disputare un primo tempo su buonissimi livelli di gioco per evitare un’altra dolorosa sconfitta. Un tenace Bastia, infatti, ben guidato in panchina dall’amatissimo ex gualdese, Massimo Cocciari, ha potuto aggiudicarsi l’intera posta in palio (2-0) grazie a un bruciante inizio di secondo tempo, concretizzato dalle reti dell’ariete ultimo arrivato Bianchini e del funambolico Palavisini. Rimagono dunque tutti iproblemi per Giunti che alla vigiliadi questo match sembravano in via di risoluzione.Il tecnico tifernate ha
mandato in campouna squadra ben disposta al sacrificio,prudente ma non rinunciataria. Davanti alla difesa ha operato l’esperto Tempesta con l’ex falchetto Cotroneo al fianco del sempre bravo Zanchi,anche lui un ex. In avanti De Luca, Marri e Toamssini hanno tenuto impegnata la difesa locale e chiamato Fulop a due grandi interventi. Il team bastiolo, dopo una prima parte timorosa, è letteralmente esploso nella seconda frazionee soprattutto dopo il doppio vantaggio, è stata padrone del campo sotto l’efficace regìa di Mattia. Con Marchetti e Fontanella acciaccati,
Cocciari,ha gettato nella mischia l’aitante Bianchini il cui movimento senza pallone ha giovato al compagno di reparto Palavisini e ai continui inserimenti dei generosi Toma e De Santis.Cronaca Il primoserio pericolo è portato dal Gualdo Casacastalda,sventato da Fulop con una respinta di piede. Il giovane portiere locale poi si è esaltato in due circostanze sempre su Tomassini al 22’ e poco dopo al 29’, quando è volato sotto l’incrocio per alzare la conclusione di Tomassini.Solo al 31’ Palavisini ben servito da Stoppini, insidiava la porta di Di Nardo. Nel secondo
tempo, subito un’azione confusa che ha visto l’arbitro non convalidare la rete di Palavisini ma assegnare una punizione in favore del Bastia da cui è scaturita la trattenuta di Cotroneo ai danni di Ciccioli che ha provocato il penalty,trasformato da Bianchini.Sulle ali dell’entusiasmo poi Palavisini saltava tre avversari prima di depositare alle spalle del portiere. Baccarin al 13’colpiva la parte superiore della traversa. Gli ospiti accusavano questi colpi e nonostante i cambi effettuati da Giunti il risultato non cambiava fino al triplice fischio.

SPOGLIATOIO
Giunti preoccupato: “Noi fragili” Cocciari ha una dedica speciale “Tre punti per il tifoso Sergio”

BASTIA UMBRA “Questa sconfitta è derivata da quella incomprensione fa arbitro e assistente prima del calcio di rigore”. Ha detto molto deluso il direttore sportivo Danilo Moroni,altro illustre ex del match giocato ieri al Comunale. “Il primo tempo non ho avuto nulla da rimproverare ai miei ragazzi – ha detto, invece,Federico Giunti, l’allenatore deglla formazione ospite -. Gli episodi, purtroppo,ci sono sempre negativi e poi in tutta la squadra aleggia
una preoccupante fragilità mentale. Dobbiamo tirarci fuori da questa scomoda posizione di classifica e per far questo c’è bisogno dell’apporto di tutti, indistintamente”.E c’è chi festeggia Tutta un’altra atmosfera invece si respira nello spogliatoio del Bastia, tornato ad assaporare il gusto della vittoria casalinga dopo due pareggi consecutivi (nell’ordine, contro Pianese e Flaminia Civitacastellana).“Sono punti importanti – afferma subito l’allenatore
Massimo Cocciari – questi conquistati dai miei giocatori. Venivamo da una settimana difficile ma devo ringraziare tutti per la bravura e la disponibilità messa al servizio della squadra. Con questo spirito possiamo fare ancora delle belle cose”.Ungiudizio, poi, Cocciari lo esprime per i due attaccanti, Bianchini e Palavisini.“Hanno saputo soffrire in alcuni momenti e bravi al tempo stesso. Bianchini si era allenato solo una volta con noi,mentre Palavisini è un giocatore di grande qualità come Baccarin, credo però senza tema di smentita che tutta la squadra ha meritato gli applausi finali del pubblico”.E infine il pensiero va a un amico che non c’è più “Questa vittoria – chiosa il tecnico di Ponte Pattoli -la dedichiamo al nostro grande tifoso Sergio Meazzi, scomparso in settimana, oggi sarebbe stato contento anche lui come noi”.
Leo. Car.

LE PAGELLE
Fulop merita l’Oscar, Mattia leader in mezzo
Solo voti alti per i padroni di casa: Baccarin sfiora anche la marcatura
FULOP 7 Conferma la sua sicurezza.
CICCIOLI 6,5 Rientro positivo il suo anche se gli attaccanti ospiti sono di riguardo.(dal 14’ st Annibaldi 6 Subito in partita).
STOPPINI 6,5 Contro la squadra della sua città, si è fatto valere.
MATTIA 7 Tanto e efficace lavoro in mezzo al campo.
COSSU 6,5 Bravonelle chiusure e insuperabile di testa.
PIEROTTI 6,5 Chiamato a giocare esterno di difesa con ottimi risultati.
TOMA 6,5 Con il pallone fra i piedi, è sempre efficace.
DE SANTIS 6,5 Corre tanto, riuscendo a servire anche buoni palloni.
BIANCHINI 7 Aiuta la squadra e sblocca il risultato.
BACCARIN 7 Buone intuizioni, sfiora pure la marcatura (dal 36’ st Marchetti sv).
PALAVISINI 7 Quando punta l’avversario è uno spettacolo (dal 44’ st Baldinelli sv).

Manca il vero Marri, che grande Tomassini
Gli ospiti al microscopio: Zanchi anticipa tutti, Cotroneo ha una macchia
DI NARDO 6 Sui gol non ha colpe.
POPICA 6 Doveva cercare più la fascia di competenza (dal 19’st Moriconi 6 Sceglie di giocare più per sé che per la squadra).
TOFONI 6 Generoso e sempre pronto a proporsi in avanti.
COTRONEO 5,5 Macchia la sua prestazione commettendo il fallo da rigore (dal 19’st Bellucci 6,5 Agara ormai compromessa ci prova sempre).
ZANCHI 6,5 Svetta di testa e anticipa sempre tutti.
TEMPESTA 6,5 Metodista per necessità dà il suo contributo.
E. CANESTRI 6,5Tanta corsa (dal 27’Gaggioli 6 Prova a dare la scossa).
GRAMACCIA 6 Manca il vero Gramaccia.
MARRI 6 Non fortunato nelle conclusioni.
TOMASSINI 6,5 Grandeprestazione esempre pericoloso.
DE LUCA 6 Giocando lontano dall’area non aiuta la squadra

Lascia un commento