5.7 C
Bastia Umbra
30 Novembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Sport

I Block Devils sconfitti dai campioni d’Italia si preparano al derby umbro con San Giustino

I giocatori ed i bambini del reparto di oncologia dell’ospedale di Perugia

Splendida gara tra i Block Devils ed i campioni d’Italia. Pur con Atanasijevic debilitato dall’influenza, i bianconeri sfoderano per tre set abbondanti una prestazione di rango contro l’armata trentina orfana dell’opposto Sokolov. Sul 17-14 del quarto Trento tira fuori classe ed orgoglio mentre Kovac perde il suo opposto serbo ed anche Paolucci per un problema fisico. Il match gira con gli ospiti che chiudono agevolmente. Meravigliosa cornice di pubblico. Prima del via Giacomo Sintini ha portato i regali di Natale ai bambini del reparto di oncologia dell’ospedale pediatrico di Perugia.

PERUGIA – Splendida pallavolo in un gremito PalaEvangelisti tra i padroni di casa della Sir Safety Banca di Mantignana Perugia ed i campioni d’Italia della Diatec Trentino. Dopo due ore di gran gioco, difese, contrattacchi e tanto spettacolo in campo e sugli spalti, la spunta Trento, priva dell’opposto Sokolov, al tie break .
Peccato per i bianconeri del presidente Sirci che, con Atanasijevic debilitato per tutta la settimana ed anche stasera dall’influenza, hanno disputato per larghi tratti un match concreto ed efficace, soprattutto in fase break dove Giovi ha difeso alla grande le bordate avversarie e dove Vujevic ed i centrali Buti e Semenzato si sono fatti apprezzare sotto rete. Kovac ha alternato in regia Mitic e Paolucci con l’alzatore romano protagonista in pianta stabile dal terzo set e capace di dare continuità alla fase offensiva di Perugia. La svolta del match nel quarto set con i Block Devils avanti 2-1 e 17-14. Proprio Paolucci ha dovuto abbandonare il campo per un problema fisico con Kovac che, pochi palloni dopo, ha dovuto inserire anche Cupkovic per un Atanasijevic stremato. A quel punto è cambiata l’inerzia della partita con Trento salita in cattedra con Birarelli e l’Mvp Ferreira (18 punti) veri trascinatori ed i padroni di casa che, nonostante l’incitamento incessante dei propri tifosi, hanno perso i riferimenti del gioco perdendo il set e crollando nel tie break 6-15.

Petric in attacco

Nonostante il quarto stop stagionale, resta l’ennesima buona prestazione dei Block Devils contro una delle migliori formazioni d’Italia. E, con il punto conquistato stasera, Perugia blinda il quarto posto assoluto che, ad una giornata dal termine del girone d’andata, equivale alla possibilità di poter disputare in casa il quarto di finale di Coppa Italia, primo obiettivo stagionale della Sir.
Con il campionato che riprenderà l’8 gennaio con il derby umbro con San Giustino, da sottolineare, in una cornice di pubblico splendida con tantissima gente a gremire le gradinate dell’impianto di Pian di Massiano (in una pausa del terzo set è partita anche una bellissima ola), l’iniziativa di Giacomo Sintini che, a nome dell’Associazione Giacomo Sintini, ha consegnato prima del via i regali di Natale ai bambini del reparto di oncologia dell’ospedale pediatrico di Perugia. Regali acquistati con le donazioni della gente e del mondo del volley che si dimostra, ancora una volta, una grande famiglia.

LA CRONACA

Kovac presenta Atanasijevic, pur vittima di un virus influenzale, e la coppia di centrali formata da Buti e Semenzato. Serniotti sostituisce l’indisponibile Sokolov con l’ungherese Szabo. Le bande sono Ferreira e Lanza. Il primo punto del match lo firma proprio “Magnum” Atanasijevic. È sempre il 14 bianconero a firmare il primo break con un servizio vincente (3-1). Situazione subito in equilibrio con l’ace di Suxho (3-3). Equilibrio che si spezza sopo l’errore in attacco di Szabo (7-5). Il muro a tre di Trento ferma Petric per il pareggio (8-8). Si riscatta subito il “Drago” bianconero con un colpo di fino. Nell’azione successiva Semenzato abbassa la saracinesca a muro su Ferreira per il +3 Perugia (11-8). Invasione del muro bianconero e gli ospiti impattano (12-12). Atanasijevic e Petric fanno ripartire i Block Devils (15-12). L’ace di Semenzato allarga la forbice (17-13). Buti è presente a muro ed in primo tempo (18-14). Trento sfodera le sue qualità a muro con Birarelli e Ferreira ed in un batter d’occhio i campioni d’Italia sono nel set (19-19). Kovac inserisce Paolucci per Mitic. Lanza tira out in pipe (21-19). Il gioco diventa spettacolare con Petric che esalta il pubblico presente (22-20). Trento è però squadra di rango e rimette tutto in equilibrio con Ferreira (22-22). Atanasijevic fa girare i suoi (23-22). Rientra Mitic in prima linea. Ace del “Drago” e doppio set point bianconero (24-22). Lanza annulla il primo (24-23). Entra Barone per Semenzato. Ferreira tira in rete dai nove metri e manda tutti al cambio di campo (25-23).
Si riprende con gli ospiti che partono forte, grazie anche ad un paio di errori dei padroni di casa (2-5). Lanza e Ferreira girano a dovere in attacco ed il muro di Birarelli fa allungare la Diatec (5-10). Di nuovo in campo Paolucci per Mitic. Giovi in difesa e poi Vujevic in contrattacco provano a scuotere i bianconeri (8-10). Ferreira è il più lesto sotto rete ed alla pausa tecnica Trento è di nuovo a +4 (8-12). È Petric stavolta a suonare la carica in pipe (10-12), ma Solè tiene avanti i suoi (10-14). Suxho fa girare a dovere i suoi attaccanti ed il vantaggio rimane inalterato (16-20). Anzi si dilata dopo il muro di Ferreira (16-22). Doppio cambio con gli ingressi di Cupkovic e Della Lunga. Due punti in fila di Paolucci (attacco di seconda e muro) danno nuovamente fiato al PalaEvangelisti (19-22). Trento però non si scompone ed arriva al set point (19-24). Buti annulla il primo in attacco (20-24). Chiude Lanza al secondo tentativo (20-25).
La terza frazione parte con Kovac che lascia in campo Paolucci in cabina di regia. Primo minibreak dei padroni di casa dopo l’ace di Petric (5-3). Difesa incredibile di Giovi tramutata in punto dal maniout del capitano (6-3). Subito sotto Trento con la doppietta di Lanza (6-5). È Vujevic a tenere avanti i suoi in questa fase (8-6). Si alza il livello di tensione in campo e ne fa le spese Birarelli con un cartellino rosso (12-8). Al rientro in campo Semenzato “timbra” Solè (13-8), con Serniotti che inserisce Burgsthaler. Non si placa la furia bianconera con Semenzato che ferma anche le vellità di Szabo (15-8). Entra il giovane Nelli proprio al posto dell’ungherese. Esplode il PalaEvangelisti dopo l’ace di Petric (18-10). Paolucci di seconda intenzione: è show time al palazzetto (20-10). Entra in campo, applauditissimo, Jack Sintini. Doppio Buti al centro per il 23-13. Un’invasione del muro trentino chiude il parziale 25-15.
La quarta frazione dimostra subito che i campioni d’Italia, che partono con il sestetto di partenza, ci sono, mentre la Sir comincia con il freno tirato e commettendo diversi errori diretti (3-7). Kovac è subito costretto a fermare il gioco con un timeout discrezionale. Vujevic suona la carica e l’errore di Szabo riporta le squadre a contatto (9-9). L’ace di Paolucci capovolge la situazione e Serniotti vuole parlarci su (10-9). Buti va a segno in primo tempo e porta al timeout tecnico (12-11) mentre al PalaEvangelisti parte la “ola”! PalaEvangelisti che esplode dopo il punto di Petric (15-12). Altro scambio stupendo stavolta chiuso da Szabo (15-14). Kovac manda in campo Mitic per un Paolucci non al meglio. Il regista serbo serve subito Petric per l’attacco del 16-14. Timeout Trento dopo l’errore di Szabo (17-14). Ospiti di nuovo a contatto dopo l’errore di Atanasijevic (17-16). Birarelli piazza il muro vincente ed è parità (18-18). Sul 18-19 esce Atanasijevic ed entra Cupkovic, ma Trento è “in power” con il solito Birarelli a muro (18-20). Non riesce la rimonta alla Sir con gli ospiti che mandano il verdetto al tie break con Ferreira (21-25).
Tie break dunque. Con Kovac che schiera Mitic e Cupkovic per Paolucci ed il febbricitante Atanasijevic.Subito a razzo Trento (0-5) con uno scatenato Ferreira. Perugia riesce a muovere il punteggio con Cupkovic (1-5). Ferreira è imprendibile ed al cambio di campo il punteggio è eloquente (1-8). Il verdetto è scritto con i campioni d’Italia che chiudono 6-15.

VIDEO CHECK

1° SET: 12-10 (muro Trento) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (12-11)
4° SET: 4-8 (battuta Szabo) Video Check richiesto da: Trento Valentia per verifica in-out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (5-8)
4° SET: 10-9 (muro Perugia) Video Check richiesto da: Trento per verifica in-out
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (10-10)
5° SET: 2-9 (battuta Buti) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (2-10)

I COMMENTI

Andrea Semenzato (Sir Safety Perugia): “Eravamo, come loro del resto, in emergenza. Abbiamo giocato penso una buona partita. Purtroppo delle brutte partenze nei set persi ci hanno condizionato, anche perché Trento è avversario difficile da recuperare. Peccato perché nel quarto set, avanti 17-14, avevamo sentito il profumo dei tre punti”.
Emanuele Birarelli (Diatec Trentino): “Credo che il pubblico abbia visto una bella partita, con tante difese e tante azioni lunghe. Abbiamo sofferto il gioco di Perugia, anche perché per gran parte della gara hanno commesso pochissimi errori al servizio. Poi nel quarto è scattato qualcosa che ci ha permesso di andare al tie break e di portare a casa la vittoria”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA-DIATEC TRENTINO 2-3
Parziali: 25-23, 20-25, 25-15, 21-25, 6-15
Durata Parziali: 29, 27, 26, 28, 12. Tot.: 2h 02’
SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA: Mitic 1, Atanasijevic 14, Semenzato 10, Buti 10, Petric 13, Vujevic 10, Giovi (libero), Paolucci 4, Barone, Cupkovic 3, Della Lunga. N.E.: Della Corte, Fanuli (libero). All. Kovac, vice all. Fontana.
DIATEC TRENTINO: Suxho 3, Szabo 14, Birarelli 14, Solè 10, Lanza 16, Ferreira 18, Colaci (libero), Burgsthaler, Nelli, Fedrizzi 3, Sintini. N.E.: De Paola, Thei (libero). All. Serniotti, vice all. Roscini.
Arbitri: Alessandro Tanasi – Matteo Cipolla
LE CIFRE – PERUGIA: 10 b.s., 6 ace, 58% ric. pos., 39% ric. prf., 37% att., 7 muri. TRENTO: 17 b.s., 2 ace, 39% ric. pos., 29% ric. prf., 42% att., 17 muri.

22/12/2013
Ufficio Stampa Sir Safety Banca di Mantignana Perugia

Lascia un commento