14.5 C
Bastia Umbra
7 Ottobre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Il baby Pelliccia gela Narri Il Bastia si prende un punto

acbastiaAl San Girolamo finisce 1-1: a Nori risponde l’attaccante classe ’96 che sfrutta un errore del portiere locale Virgili

di LUIGI ALLEGRETTI
NARNI — Finisce in parità 1-1 il tanto atteso e sentito derby tra Narnese e Bastia. Gli uomini di Trippini erano chiamati a cercare la prima vittoria del campionato, davanti al proprio pubblico, ma invece dopo l’ottimo primo tempo in cui i padroni di casa chiudono in vantaggio, nella ripresa i locali calano di tono, consentendo agli avversari di venire fuori alla distanza e trovare alla fine il gol del pareggio.
La squadra di Magrini si presentava al “San Girolamo “con l’assoluto compito di portar via punti, avendo nelle caselle zero gol fatti e zero punti all’attivo, con altrettante sette reti subite. I biancorossi senza due giocatori fondamentali come Majella (squalificato) e Fontanella (sfinimento nella gara di coppa), dopo un primo tempo opaco, nella ripresa hanno legittimato il primo punto del torneo. Clima più disteso prima dell’inizio gara, quando tutto lo stadio (compreso i tifosi ospiti), applaudono i giocatori della Narnese, che vanno a depositare sotto la propria curva un mazzo di fiori al tifoso rossoblù Samuele Bacocco, che due anni fa venne ferito negli scontri di Bastia, per poi perdere la vita poco dopo in un incidente stradale. Pronti via e al 7′ ospiti con l’ungherese Toma, ma il suo destro dalla distanza termina di poco sul fondo.
Ma al primo vero affondo è la Narnese che passa: Russo entra in area, evita Marchetti e con un tiro-cross serve Noni, che da due passi appoggia in rete. Insistono i locali che si rendono pericolosi al l 8′: Raggi per Noti sulla corsia di destra, traversone in area, Mosca non trattiene e Stoppini bravo a liberare e anticipare Russo. Il Bastia ancora non pervenuto e i rossoblù ad aggredire l’avversario, con l’intento di trovare il raddoppio: e Donati al 28′ che di destro chiama l’estremo ospite alla parata. Sul finire di frazione, al 42′, la prima occasione nitida per il Bastia: Torna cross dalla destra, Virgili esce a vuoto e Cossu di testa sfiora il gol. Nella ripresasi inverte l’inerzia della partita, con i locali che pian piano abbassano il proprio baricentro, consentendo agli ospiti di conquistare metri di campo: al 7′ Annibaldi dalla sinistra mette in mezzo, Marchetti non ci arriva per un nulla, poi V irgili libera. Ai 20′ è Marchetti che impegna il portiere locale nella parata. Un minuto più tardi break della Narnese con Gaggiotti che sfiora l’incrocio dei pali.
Ma al 24′ si concretizza il pareggio: Pelliccia (clase 1996, da 6′ in campo), si gira bene in area e conclude di destro, Virgili non trattiene e palla che scivola in rete. Al 38′ prova a scuotersi la Narnese con Raggi, ma la sua punizione termina di poco sul fondo. Poi il Bastia con Baccarin prima e poi Annibaldi che si rendono pericolosi. Ma in pieno recupero è Marco Donati ha la palla del match-point, ma conclusione che viene ribattuta dalla retroguardia ospite.

Dopogara Il tecnico dei rossoblù: «Grazie ai nostro pubblico che ci sostiene sempre». Magrini: «Punto d’oro, ora recuperiamo gli assenti»
Trippini: «Bene solo nel primo tempo, il pari è giusto»

NARNI — Deluso a fine gara Otello
elt;elt;Da quello visto in campo il pareggio finale il risultato più giusto. Noi siamo partiti bene—continua – siamo stati aggressivi fin dalle prime battute, ma nella ripresa con molti dei nostri giocatori non al meglio della condizione fisica, siamo calati notevolmente, consentendo al Bastia di guadagnare campo e di avere raggiunto la parità. Peccato perché sapevamo come i nostri tifosi tenevano tanto a questa gara e alla vittoria, per la rivalità calcistica tra le due tifoserie, ma purtroppo i tre punti non sono arrivati. Era un match delicato per tutte e due le squadre, che non si potevano permettere passi falsi e alla fine si è divisi la posta in palio. Avevo visto il Bastia la scorsa settimana e mi aveva fatto una buona impressione malgrado la sconfitta casalinga. Ringrazio come al solito il pubblico del “San Girolamo” che come sempre ci sostiene e incoraggia. Ora ripartiamo cercando di recuperare al meglio i nostri giocatori chiave, sapendo di andare ad affrontare due corazzate come Arezzo e Pistoiese». Raggiante il collega Lamberto Magrini: «L’impatto alla gara non è stato positivo, infatti siamo partiti male nella prima frazione. Nel secondo tempo i miei ragazzi sono stati bravi a sfruttare il calo fisico della Narnese, guadagnando metri di gioco e venendo fuori alla distanza, trovando alla fine il meritato gol del pareggio. Sapevo di affrontare una squadra tonica e aggressiva, che in casa ha una marcia in più con il sostegno del pubblico. — Prosegue il tecnico biancorosso – Dobbiamo ripartire dal buon secondo tempo fatto. Anche contro la Colligiana abbiamo fatto una buona prestazione ma solo a metà. Per la mia squadra sarà molto importante recuperare giocatori fondamentali come Majel la, che rientrerà dalla squalifica e Fontanella che ha avuto uno stiramento contro il Deruta nella partita di coppa nel l infrasettimanale, perché in fase d’attacco ci potranno dare una grossa mano, portando punti che servono per la salvezza».
L.ALL.

LE PAGELLE
Raggi c’è sempre Marchetti non sbaglia Toma è un mastino

NARNESE
VIRGILI 5: poco sicuro con l’errore del gol subito. MORI 6.5: controlla la fascia destra senza tante incursioni offensive.
ANGELUZZI 6.5: in crescendo come centrale difensivo. BROZZETTI 6.5: sempre attento e pronto quando chiamato in causa.
CECCARELLI 6.5: svolge bene il suo compito come esterno basso.
GAGGIOTTI 6.5:tanto impegno e sacrificio, sfiora anche la rete.
SILVERI 6: sempre presente nella sua zona di campo (33’st TRAMONTANO S.V.).
CAPOCCI 6: in crescita esponenziale nel 2° tempo aiuta la fase offensiva.
DONATI 6: dinamico nella prima parte di gara (16’st MANNI S.V.).
RUSSO 63: sempre pericoloso nella fase d’attacco, determinante sul gol (33’st M.DONATI S.V.).
RAGGI 6.5: non al meglio, in qualsiasi momento può creare la giocata vincente.
ALL.: TRIPPINI 5.5: dopo la buona reazione di Foligno la sua squadra è crollata nella ripresa.

BASTIA
MOSCA 5.5: ci si aspetta più sicurezza dall’ex luve Stabia.
STOPPINI 6: controlla senza grosse sbavature,
PIEROTTI 5.5: può dare di più i I trentaseienne con presenze anche in B e C1. COSSU 6.5: attento l’ex Fano sfiora anche due volte la rete.
ANNIBALDI 6.5: spinge molto nella ripresa sfiorando anche la marcatura nel finale. MARCHETTI 6.5: sempre presente nel centrocampo biancorosso (34’st CICCIOLI S.V.).
MATTIA 5: impreciso e poca lucidità.
TOMA 6.5: prova convincente nell ‘ultimo arrivato nel centrocampo biancorosso.
BACCARIN 5.5: poco incisivo nella fase d’attacco, si rende insidioso nel finale.
DE SANTIS 5: non supporta con efficacia la linea offensiva (28’st ARCIONI S.V.).
PALAVISINI 6: rispetto ai colleghi di reparto tanta corsa e sacrificio (18’st PELLICCIA 7): impatto determinante alla gara per il classe ’96 con la ciliegina del gol.
ALL.: MAGRINI 6.5: la sua squadra ha saputo reagire con un buon secondo tempo.
L.ALL.

enbsp;

Lascia un commento