6.8 C
Bastia Umbra
30 Novembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Dalla Regione un premio ai Comuni “ricicloni”

Sono 17 quelli che nel primo semestre hanno raggiunto o superato il 65% di differenziata

PERUGIA – Continua a salire in Umbria il livello di raccolta differenziata dei rifiuti. Lo conferma il fatto che sono ben 17 i Comuni che nel primo semestre del 2013 hanno raggiunto o superato l’obiettivo del 65 per cento di differenziata, così come previsto dal Piano regionale di gestione dei rifiuti.
Questo dato è stato reso noto ieri mattina dall’assessore regionale all’Ambiente, Silvano Rometti, nel corso di un incontro Che si è svolto a Perugia per consegnare un attestato di merito ai rappresentanti dei 17 Comuni: Umbertide, Lisciano Niccone, Bastia, Fratta Todina, Giano dell’Umbria, Marsciano, Monte Castello di Vibio, Todi, Piegato, Torgiano, Cannara, Deruta, Massa Martana, Corciano, Gualdo Cattaneo, Campello sul Clitunno e Attigliano. «Grazie all’impegno dei cittadini, delle amministrazioni comunali e dei gestori del servizio ha dichiarato Rometti – si è raggiunto un risultato eccezionale, ri-spetto allo stallo degli anni precedenti, che pone ora l’Umbria al primo posto fra le Regioni dell’Italia centrale per la raccolta differenziata dei rifiuti. Solo tre anni fa – ha continuato – la raccolta differenziata superava di poco il 30 per cento e il traguardo del 65 per cento di raccolta differenziata sembrava lontano e le difficoltà di riorganizzazione dei servizi, in particolare nelle zone densamente abitate, sembravano insormontabili. Al contrario-ha sottolineato Rometti – i risultati di oggi confermano che quando sono rispettate le modalità di raccolta previste dal Piano regionale, in particolare per i rifiuti organici, è possibile conseguire lo scopo. Di questo dobbiamo rendere merito ai Comuni che, pure in un quadro drammatico della finanza pubblica, hanno creduto e investito risorse importanti del bilancio comunale». L’assessore, in chiusura, ha evidenziato che «di particolare rilevanza è il fatto che, per la prima volta, fanno parte dell’elenco dei cosiddetti “virtuosi”, cinque comuni di medie dimensioni – Bastia Umbra, Marsciano, Todi, Umbertide e Corciano – con risultati che vanno anche oltre il 70 per cento e che portano, nel mese di giugno, la media regionale di raccolta differenziata al 50 per cento».
RE.PE.

Lascia un commento