14.9 C
Bastia Umbra
28 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

La droga distrugge un’altra vita

Uomo di 42 anni originario dell’Assisano trovato morto nella sua camera in un bed e breakfast di Bastiola-La pista dell’overdose avvalorata dagli elementi trovati nella stanza
BASTIA UMBRA – E’morto solo, nel bagno di un bed e breakfast di Bastiola,a seguito di un’overdose.

La vittima un uomo di 42 anni, originario dell’Assisano,che da qualche tempo però risiedeva nella struttura ricettiva alla periferia di Bastia. L’allarme è stato dato ieri mattina intorno a mezzogiorno dall’albergatore,che passando nei pressi della stanza, attraverso la finestra, ha notatoil corpo della vittima riverso a terra. Dopo aver tentato invano di bussare e richiamare la sua attenzione, il titolare della struttura ha intuito che qualcosadi grave era successo e ha lanciato l’allarme.Sul posto si sono portati i carabinieri di Assisi guidati dal capitano Marco Sivori e il personale medico del 118.Una volta entrati nella stanza, aperta dai vigili del fuoco,i medici non hanno potuto che constatare il decesso dell’uomo, avvenuto probabilmente già da qualche ora. Il materiale rinvenuto nella stanza ha lasciato pochi dubbi sulla causa della morte dell’uomo, peraltro noto alle forze dell’ordine come assuntore di droga: sospetta overdose da sostanze stupefacenti. Un’ipotesi che ha trovato riscontro anche dall’ispezione cadaverica effettuata dal medico legale Massimo Lancia. Per ricostruire l’accaduto i carabinieri di Assisi hanno avviato delle indagini, anche se per avere conferme sull’ora e sulle cause del decesso sarà necessario attenderel’esito dell’autopsia disposta

dalla magistratura che sarà effettuata nei prossimi giorni all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.L’ultimo episodio di overdose nella zona risale a poco meno di un anno fa, all’inizio di febbraio del 2012,quando il corpo senza vita di un autotrasportatore di 44 anni originario di Petrignano diAssisiera stato rinvenuto dai vigili del fuoco nella sua auto, posteggiata nei pressi di un parcheggio situato nella frazione di
Ospedalicchio di Bastia, su segnalazione dei carabinieri della compagnia di Assisi.Finda subito siera fatta spazio l’ipotesi di una morte causatada overdose, avvalorata dal rinvenimento di una siringa all’interno dell’abitacolo e confermata dall’autopsia effettuata pochi giorni dopo. Il pusher che aveva ceduto all’uomo ladose letale di eroina era stato arrestato poche ore dopo.Quello di ieri èil primo caso dell’anno di overdose in Umbria, regione che si distingue, purtroppo, per un numero di decessi connessi alla droga di gran lunga superiore alla media nazionale.L’ultimo decesso per droga del 2012 risale invece a poco prima di Natale,nel capoluogo perugino, dove un uomo originario di Umbertide è stato trovato senza vita da un passante al parco Santa Margherita. L’uomo,classe 1971, era conosciuto negli ambienti legati al mondo degli stupefacenti; circostanza che ha condotto gli inquirenti a ipotizzare anche in questo caso la morte per overdose.
di Sara Caponi

Lascia un commento