24.3 C
Bastia Umbra
28 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Sarli-gol non basta, per il Bastia è notte fonda

140px-AC_Bastia_Logo.svgTrasferta amara La Virtus Flaminia cala il tris. Mattoni: «Meritiamo l’ultimo posto»
Virtus Flaminia 3 Bastia 1
VIRTUS FLAMINIA (4-4-2): Scarpa 6,5; Tashiro 6,5, Piva 6,5, Pieri 6,5, D’Amico 7 (28′ st Salvatori 6), Gasperini 7, Dieme 7 (48′ st Macrì sv), De Fato 6,5, Polidori 6,5, Greco 7, Sciamanna 6,5 (47′ st Puccica sv). A disp. Palombi, Iannelli, Onofri, Martinozzi. All. Puccica.
BASTIA (4-4-2): Braccalenti 6; Bellucci 5 (10′ st Ferri 5,5), De Feo 5,5 (10′ st Stirati 6), Costantino 5,5, Ciccioli 5,5, Vilkaitis 5,5, Locchi 5,5, Marchetti 6, Sarli 6, Belli 6 (26′ st Moneti 5,5), Bura 5,5. A disp. Tajolini, Mammoli, Mehemedi, Ziarelli, Abbonizio, Pacillo. All. Mattoni. Arbitro: Sangregorio di L’Aquila (Fagnani-Laganà). Marcatori: 1′ st Greco (VF), 8′ st Diemè (VF), 19′ st Sarli(B), 23′ st D’Amico (VF). Note: ammoniti Costantino, De Fato.
Civita Castellana IL BASTIA perde in terra laziale e rimedia la sua sedicesima sconfitta stagionale. A fine partita mister Mattoni è lapidario: «Questa ennesima sconfitta – commenta il tecnico – dimostra che il Bastia merita l’ultimo posto in classifica». Eppure nel primo tempo la squadra biancorossa ha giocato discretamente, con belle ripartenze e veloci triangolazioni. Le azioni più rilevanti sono tutte dei padroni di casa laziali, anche se quella più pericolosa arriva solo allo scadere della prima frazione di gioco, con bomber Polidori che colpisce bene sotto porta, ma Braccalenti, con un colpo di reni, è bravo ad alzare sopra la traversa. LA RIPRESA è scoppiettante e regala ben quattro gol. Al primo minuto di gioco la Virtus Flaminia passa in vantaggio con Greco, che parte da centrocampo palla al piede, si accentra per poi sfoderare un preciso tiro a giro che si insacca sul lato opposto della porta degli umbri. Al 53′ i laziali raddoppiano con Diemè, che approfitta di un rimpallo in area. Al 59′ lo scatenato Diemè lascia partire una bordata dal limite dell’area che il portiere Braccalenti riesce a deviare con uno spettacolare tuffo all’incrocio dei pali. Al 64′ il Bastia accorcia le distanze con un colpo di testa di Sarli su cross da calcio d’angolo battuto da Locchi. Il Bastia acquista morale e la Virtus Flaminia soffre. Ma al 68′ arriva all’improvviso al terza rete dei laziali con un eurogol di D’Amico che da trenta metri infila la palla sotto la traversa, con Braccalenti che in tuffo cerca invano di intercettarla. La partita non ha nulla da dire fino al triplice fischio finale dell’arbitro Sangregorio che sancisce la fine delle ostilità. Per il Bastia è notte fonda.

Lascia un commento