28.5 C
Bastia Umbra
28 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Imprese agricole, c’è il bando

sviluppo rurale Oggi alle 17.30 incontro nella sala del Consiglio di Bastia sulle opportunità offerte dalla misura
Al territorio riguardante la Media Valle del Tevere sono stati assegnati poco meno di 5 milioni di euro
di LUCIO FONTANA
BASTIA UMBRA- Il Gal Media Valle del Tevere ha organizzato una serie dì incontri volti a presentare agli imprenditori agricoli le opportunità offerte dall’imminente bando per l’attuazione della misura 411 del Piano di sviluppo rurale. La Regione ha, infatti, recentemente assegnato ai Gal umbri le risorse economiche relative alla riforma dell’ Ocm tabacco, alla modulazione obbligatoria conseguente alla riforma della Pac ed al fondo di premialità.
Al territorio della Media Valle del Tevere sono stati assegnati poco meno di 5 milioni dì euro, che saranno destinati al miglioramento della competitività delle imprese agricole, da attivare con progetti di investimento quali: ristrutturazione e ammodernamento di fabbricati per la lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli; costruzione e ristrutturazione di immobili destinati all allevamento degli animali; realizzazione di strutture ed impianti per lo stoccaggio il trattamento e l’uso dei rifiuti agricoli e reflui zootecnici; realizzazione di strutture per il miglioramento dell’efficienza energetica; acquisto di nuove attrezzature e di impianti tecnologici. Proprio per discutere delle opportunità offerte dal bando, oggi pomeriggio alle 17.30 presso la sala del consiglio comunale si svolgerà una riunione rivolta agli imprenditori del settore.

Allevamenti. Nei giorni scorsi sì è svolto un incontro organizzato dall’Amministrazione dal titolo “Gli allevamenti dismessi, da detrattori ambientali a risorsa economica”. La maggior parte delle richieste di chiarimento avanzate dal pubblico ha riguardato la modalità di delocalizzazione delle superfici delle stalle, le quali possono essere posizionate in più lotti, non necessariamente contigui tra loro, ma comunque in contiguità con aree già edificabili. L’assessore all’Urbanistica Francesco Fratellini, sottolinea che l’incontro «è servito individuare degli aspetti da approfondire. Alcune particolarità segnalate dai tecnici presenti saranno sicuramente presi in considerazione dagli uffici».

Lascia un commento